Inzaghi racconta: "Vi spiego perché perdemmo la finale di Champions League nel 1998"

Inzaghi racconta: “Vi spiego perché perdemmo la finale di Champions League nel 1998”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

165 presenze ed 89 goal messi a segno da Filippo Inzaghi con addosso la maglia della Juventus. Il centravanti piacentino vestì la casacca bianconera per quattro anni dal 1997 al 2001, vincendo uno Scudetto e due Supercoppe Italiane. Il suo più grande rimpianto? Non aver alzato la Champions League nel 1998.

In un’intervista rilasciata al portale ufficiale dell’Uefa, Pippo Inzaghi ha svelato un curioso retroscena legato alla gara persa contro il Real Madrid, raccontando poi le emozioni di un’altra finale europea, ossia quella vinta nel 2003 proprio contro la Juventus.

Queste le sue parole:
“Una volta arrivati a quella finale, noi attaccanti non stavamo bene. Del Piero si fece male ad inizio gara e giocò mezzo stirato. Io avevo la pubalgia e non riuscivo a camminare. Zidane proprio come me e Alex non era al massimo. Una finale presenta sempre migliaia di insidie, ma credo che il nostro status abbia influito sull’esito del match. Sono molto grato alla Juventus, lì sono stato bene e mi sentivo amato. Non ho mai avuto motivi di rivalsa, semplicemente il club ad un certo punto ha fatto le sue scelte ed io le mie. La Champions League vinta a Manchester nel 2003 mi ha reso felice, nonostante l’abbia vinta contro la mia ex squadra. In quella notte Buffon ha realizzato la parata del secolo, un qualcosa di indescrivibile. Gigi ai quei tempi era il migliore al mondo e per certi versi anche la mia bestia nera.”

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy