FIFPro: "Non si gioca se la temperatura supera i 32 gradi, tuteliamo la salute dei calciatori"

FIFPro: “Non si gioca se la temperatura supera i 32 gradi, tuteliamo la salute dei calciatori”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La Fédération Internationale des Associations de Footballeurs Professionnels, meglio nota con l’acronimo di FIFPro, sindacato mondiale dei calciatori, ha una posizione ben specifica sulla ripresa estiva dei campionati calcistici europei.

Queste le dichiarazioni ai microfoni di Repubblica del responsabile Vincent Gouttebarge: “Servirà la massima vigilanza su questo tema: il rischio che la stagione che si sta completando finisca troppo a ridosso di quella che dovrà cominciare può fare nascere un calendario molto intasato, senza i necessari tempi di preparazione per i nuovi campionati e coppe e senza i necessari tempi di recupero. I giocatori non sono macchine: la loro salute viene prima di tutto”.

Vincent Gouttebarge ha anche segnalato che in Bundesliga ci sono stati ben 30 infortuni nelle prime due giornate, numeri decisamente allarmanti.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy