Montero si racconta fra passato e futuro: "Alla Juve insegnano umiltà, sogno di allenarla"

Montero si racconta fra passato e futuro: “Alla Juve insegnano umiltà, sogno di allenarla”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Un’icona della Juventus dal 1996 al 2005, un difensore come pochi, capace di far parlare di sé ancora oggi, a 15 anni di distanza dal suo addio alla Serie A. Inutile specificare che stiamo parlando dell’ex bianconero Paolo Montero, intervenuto quest’oggi ai microfoni di Sky Sport. Il 48enne uruguagio, in una lunga intervista, ha parlato della sua Juventus, commentato quella attuale, e svelato un piccolo sogno nel cassetto. Ecco un estratto delle sue parole:

LA SUA JUVENTUS

“Al mio arrivo alla Juventus ero emozionatissimo perché quella squadra aveva vinto da poco la Champions League. La prima cosa che ho appreso? L’umiltà. A Torino mi hanno insegnato che nel calcio non esiste un “io”, ma solo un “noi”. Mi ritengo fortunato, ho vissuto la miglior decade del calcio italiano della storia: Zidane, Del Piero, Peruzzi, Ferrara e Deschamps… erano fra i migliori al mondo. L’avvocato Agnelli? Un personaggio bellissimo, aveva sempre la battuta pronta e magari ti chiamava alle 5 del mattino per sapere come stessi. Andrea lo conosco da quando era bambino, lo ricordo con tanto affetto e gli auguro ogni bene. Tempo fa gli dissi che la Juve sarà sempre la Juve fin quando ci sarà uno della famiglia come dirigente.”

LA JUVENTUS ATTUALE

“L’assenza di Chiellini è stata pesante tanto per la Juventus quanto per gli avversari. Come marcherei Ronaldo? È veloce, ma allo stesso tempo forte fisicamente. L’ideale sarebbe giocare con il fuorigioco o impedirgli di girarsi, altrimenti non lo fermi più. Cristiano non toglie nulla ai compagni, è una semplice questione di carattere. Nella mia Juve ad esempio c’erano Del Piero e Zidane, due architetti, poi c’ero io assieme ad altri, ed eravamo gli operai. De Ligt? Secondo me è un fuoriclasse, ma non dimentichiamoci di Demiral. Insieme potranno comporre a lungo una grande coppia di centrali. In futuro sogno di allenare la Juventus, ma è un sogno molto lontano.”

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy