GdS – Infantino: “Il calcio e lo Scudetto non mi sembrano le cose più importanti”

GdS – Infantino: “Il calcio e lo Scudetto non mi sembrano le cose più importanti”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Diretto. Senza mezzi termini. Il Presidente della Fifa Gianni Infantino, in una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, ha parlato dell’emergenza Coronavirus e delle conseguenze nel mondo del calcio.

INFANTINO: “SI GIOCHERÀ SOLTANTO QUANDO NON SI METTERÀ A RISCHIO LA SALUTE DI NESSUNO”

Sulla ripresa dei campionati, il Presidente Infantino, ha ribadito la priorità: “Ripartire a maggio? Prima la salute. Poi il resto. Dobbiamo sperare nel meglio ma prepararci al peggio. Si giocherà quando non si metterà a rischio la salute di nessuno. Ringrazio medici, infermieri e tutti quelli che rischiano la vita. Sono degli eroi”

Lo stesso Infantino, ha poi aggiunto: “Ci sarà bisogno di interventi economici ma possiamo proporre misure di solidarietà. La Fifa gode di ottime risorse e questa è un’emergenza globale: mi sembra ovvio che dobbiamo fare tutto”.

Diretto anche sull’utilizzo del Var e sulla presunta progettazione di una Superlega: “Viene usata in centinaia di tornei. E chiariamo una volta per tutte: non esiste alcun obbligo. Chi vuole, può usarla. Dubito che qualcuno voglia tornare all’età della pietra. Superlega? Mi viene da ridere. In futuro dobbiamo avere 50 Nazionali in grado di vincere i mondiali”.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy