Buffon a Le Iene: “Rifarei la battuta sul coronavirus. Conte rimane un grande amico”

Gigi Buffon
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Gianluigi Buffon è stato raggiunto dagli inviati de Le Iene, che lo hanno incalzato sulla nota battuta ad un tifoso cinese, a cui il portiere della Juventus aveva chiesto se avesse il coronavirus:

Rifarei quella battuta perché era una domanda simpatica per creare empatia. L’ho fatto per farlo sentire a suo agio perché era da solo in un angolino. Ho voluto lanciare un messaggio positivo in un momento in cui in Italia c’è tanta intolleranza. Chiedo scusa se qualcuno si è sentito offeso.

Buffon ha poi parlato dell’odierna Serie A, combattutissima tra Lazio, Inter e Juventus:

Tenersi Allegri perché Sarri non convince? No, era necessario affrontare un processo diverso per cambiare pelle: bisognava farlo per raggiungere i risultati. L’Inter è più pericolosa della Lazio ma se andrà avanti in Europa League allora i biancocelesti lo saranno di più: giocheranno solo di domenica, potrebbero farci più paura. Conte? Antonio è un grande amico ed è stato il mio capitano, ha il diritto di fare qualsiasi scelta. Con noi l’anno prossimo spero rimanga Sarri: significa che avremo vinto qualcosa.