LE PAGELLE, Milan-Juventus 1-1: il solito Ronaldo salva i bianconeri

LE PAGELLE, Milan-Juventus 1-1: il solito Ronaldo salva i bianconeri

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La Juventus strappa un pareggio per 1-1 contro il Milan, nell’andata delle semifinali di Coppa Italia. Accade tutto nella ripresa con Rebic che porta il vantaggio i rossoneri, il solito Cristiano Ronaldo pareggia i conti sullo scadere. Queste sono le pagelle del match:

Buffon 6.5: salva il risultato in almeno 3 circostanze, ma nulla può sulla rete di Rebic. Nonostante l’età, sicurezza.

De Sciglio 5: buona prima parte di gara, fino a quando si perde Rebic sul vantaggio rossonero. Errore imperdonabile (Higuain: s.v.)

De Ligt 5.5: fuori posizione sul gol di Rebic. A 10′ dalla fine ha sulla testa il pallone dell’1-1 non centrando la porta

Bonucci 6.5: fa una partita perfetta in marcatura su Ibrahimovic

Alex Sandro 6: soffre poco e nulla le spinte di Castillejo sulla sinistra, prezioso in fase offensiva

Ramsey 5.5: nella posizione di mezz’ala è più vivo nel gioco rispetto a quando è trequartista, senza mai fare la differenza (Bentancur 6: entra bene e dà energia al centrocampo bianconero)

Pjanic 6: in crescita rispetto all’ultimo periodo, da lui ci si aspetta di più

Matuidi 5: un pesce fuor d’acqua (Rabiot: s.v.)

Cuadrado 6: tanta corsa e sostanza come di consueto, fondamentale in fase di spinta

Dybala 6.5: nettamente il migliore dei bianconeri. Corre, si sbatte, pressa a tutto campo.

Cristiano Ronaldo 6.5: glaciale sul dischetto, si conferma un cecchino sotto porta

Sarri 5: ancora una brutta prestazione della Juventus. Zero palle gol create in 90′, basta questo per descrivere una serata negativa

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy