Commisso nel post partita: “Sono disgustato, gli arbitri non possono decidere le partite”

Rocco Commisso
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, è stato intervistato in mixed zone ai microfoni di DAZN, infuriato per l’arbitraggio odierno che ha concesso due rigori alla Juventus, queste le sue parole:

SONO DISGUSTATO

“Sono qui da sei mesi, non ho mai fatto critiche agli arbitri, però non possono decidere le partite. Sono disgustato, con il Genoa e Inter non hanno dato rigore. Il primo c’era. Le partite si vincono sul campo, devono lasciare giocare. La Juventus ha 150 milioni di stipendi, devono essere superiori sul campo, non hanno bisogno di aiuto. Sono disgustato da oggi, ma anche nelle settimane passate, non si può, sono arrabbiatissimo. Non ho mai parlato così in sei mesi, questo non ci voleva. Se la Juventus è più brava di noi lasciamo che vincano sul campo”.

TUTTI ARRABBIATI

“I ragazzi sono tutti arrabbiati, poveretti, il secondo era 1-0 ed hanno dato un altro rigore. Da lì è cominciato tutto il casino, i ragazzi sono demoralizzati, mi dispiace per loro”.

INGIUSTIZIA

“Non è giusto per i fiorentini, da Firenze sono arrivate mille persone. La Juventus è tanto forte, non ha bisogno degli aiuti degli arbitri, lasciateli giocare. Sono tre partite che non vanno al VAR con noi, oggi sono andati subito”.