Brexit: Ronaldo e Messi a oggi non potrebbero giocare in Gran Bretagna

Cristiano Ronaldo e Leo Messi
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, è un processo che riguarda ogni aspetto della vita dei cittadini britannici e non. Il calcio sarà coinvolto soprattutto per lo status dei calciatori, ma è emerso un clamoroso retroscena legislativo che coinvolge Lionel Messi e Cristiano Ronaldo.

Qualche mese fa un esperto avvocato britannico aveva anticipato al The Athletic che in Inghilterra è in vigore una norma molto particolare: i condannati per reati fiscali sono formalmente “persone non gradite” in Gran Bretagna. Questo non vale per i cittadini europei, ma con Brexit potrebbe cambiare tutto.

Messi (cittadino spagnolo) e Ronaldo hanno infatti patteggiato con il fisco di Madrid per i reati finanziari commessi (evasione fiscale in entrambi i casi) e hanno potuto viaggiare (e giocare) liberamente in Gran Bretagna in quanto cittadini della UE. Se la situazione non venisse affrontata da una legislazione ad hoc i due potrebbero non poter giocare in Inghilterra nell’immediato futuro.