Berlusconi non ha voluto Sarri al Milan: "È un comunista"

Berlusconi non ha voluto Sarri al Milan: “È un comunista”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Maurizio Sarri è stato ad un passo dalla panchina del Milan nel 2015, quando si accordò con il Napoli con cui inaugurò un triennio di gioco spettacolare, sebbene di pochi risultati.

Il Fatto Quotidiano però rivela un incredibile retroscena. A non volere il tecnico sulla panchina rossonera sarebbe stato Silvio Berlusconi ritenendo Sarri “un comunista“. A nulla è valsa la volontà di Adriano Galliani, fautore del contatto con il tecnico allora in uscita da Empoli. Con Sarri a Milano forse le cose per i rossoneri sarebbero andate diversamente negli ultimi anni, ma questo non lo sapremo mai.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy