Capello a Sky: "Pjanic un fuoriclasse, l'Inter deve ancora dimostrare personalità"

Capello a Sky: “Pjanic un fuoriclasse, l’Inter deve ancora dimostrare personalità”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
capello

Fabio Capello ha parlato ai microfoni di Sky Sport della Juventus di Maurizio Sarri, innanzitutto lodando il giro palla veloce del tecnico toscano e la sua impronta sul gioco dei bianconeri.

L’ex allenatore ha poi parlato anche delle intuizioni tattiche del mister toscano: “Cuadrado può giocare tranquillamente terzino siccome fa in un attimo arresto e ripartenza. Se sbaglia qualcosa sa recuperare”. Sul punto di forza dei bianconeri Capello non ha dubbi: “Pjanic, un fuoriclasse che tutti vorrebbero nella propria squadra, ma lui non deve fare per forza fare 150 passaggi a partita, basta che ne faccia 80 giusti“. Anche sulla partita contro il Bayer Leverkusen l’allenatore ha le idee altrettanto chiare: “Sarri ha giocato sull’avversario e infatti tutti pensavano che Bernardeschi non potesse andare in campo, ma con le sue caratteristiche ha fatto molto male ai tedeschi”.
 
Particolare è la sua considerazione della partita contro l’Inter: “I nerazzurri quando escono in grande velocità possono essere pericolosi, ma devono avere personalità siccome in questo momento non hanno ancora affrontato grandi squadre. La partita si deciderà a centrocampo, ne sono quasi certo”.

Capello ha infine rivelato un retroscena sul suo passato bianconero: “Il mio primo incontro con Messi fu in un trofeo Gamper quando aveva solo 16 anni ma un grande talento. Chiesi immediatamente a Rijkaard se mi dava il ragazzo in prestito per un anno perché c’era una regola in Spagna che impediva di schierare più di tre stranieri. Tuttavia lui mi rispose che lo avrebbe fatto giocare in ogni caso”.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy