CR7 non gioca contro il Team K-League, la Lega Coreana chiede i danni

Cristiano Ronaldo in panchina
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Sfiora l’assurdo quanto riportato dal Corriere dello Sport. Il noto quotidiano sportivo, infatti, riferisce che la Lega Calcio coreana avrebbe intenzione di chiedere un risarcimento alla società organizzatrice della gara tra la Juventus e il Team K-League, “TheFasta”, tutto a causa del mancato spazio concesso a Cristiano Ronaldo nel corso della sfida amichevole disputata a Seul.

Gli accordi precedentemente stipulati fra “TheFasta” e la Lega Coreana, infatti, prevedevano l’impiego del cinque volte pallone d’oro per almeno 45 minuti. Sebbene tutti fossero a conoscenza di questi accordi, Sarri e CR7 compresi, il Portoghese non è sceso in campo, rimanendo in panchina ad osservare. A nulla sarebbe servita la sollecitazione da parte dei coreani al termine del primo tempo. La Juventus è stata perentoria: Cristiano Ronaldo non poteva scendere in campo a causa di un problema fisico. Medesima è stata la motivazione data dal tecnico bianconero al termine del match.