L’ex Juventus Woman Ekroth: “La società ci vietava di parlare del caso Ronaldo-Mayorga”, ma la Bonansea smentisce

Ronaldo e Mayorga
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’ex difensore della Juventus Women Petronella Ekroth in un’intervista all’Expressen ha svelato un retroscena sul comportamento della società bianconera in merito al caso Ronaldo-Mayorga:

 “Ci hanno vietato di parlare di quel caso, siamo state zitte e non l’abbiamo mai menzionato, l’unica cosa da fare era lavorare per i valori del club e tenere un basso profilo. Mi sono chiusa molto in me stessa perché ho sentito che le mie opinioni non contavano, mi è sembrato un po’ come se fossi in una prigione.

A mezzo social, è arrivata poi la risposta di Barbara Bonansea, attaccante della Juventus:

“Ciao a tutti. Volevo un po’ parlare di cose che sto sentendo questi giorni. Vorrei dirvi di fare attenzione alle persone che parlano male, dove sono state fintamente bene.

A parte che si dicono cose non vere e ve lo posso garantire perché io c’ero e poi questo vuol dire che tutta la gioia che mostrava in quei momenti era finta. Quindi fate bene attenzione, io vi saluto raramente, ci rivedremo l’anno prossimo in questa Juve che per me è sempre fantastica”.