GdS - Zebina: "Gigi è stato umile, Rabiot è un fenomeno, Pogba? Non è sempre decisivo"

GdS – Zebina: “Gigi è stato umile, Rabiot è un fenomeno, Pogba? Non è sempre decisivo”


Gazzetta dello Sport ha avuto modo di intervistare l’ex difensore bianconero Jonathan Zebina. Il francese ha parlato del calciomercato in entrata della Juventus commentandone gli acquisti già chiusi.
Ecco le sue dichiarazioni:

SUL RITORNO DI BUFFON

Sono felice del ritorno di Buffon. Mi spiace che la sua avventura a Parigi sia andata così, penso che non sia stato impiegato nel modo giusto, aveva bisogno di maggiore continuità. Sono del parere che il tornare a Torino per fare il secondo sia stato un gesto molto umile, se la Juve è destinata ad alzare la Champions, è giusto che lui ci sia.”

SULL’ACQUISTO DI RABIOT

“Adrien è il giocatore che più mi ha impressionato nella parte finale della mia carriera. Copre il campo da solo, gioca ovunque, ha tecnica e fisico, definirlo “centrocampista moderno” sarebbe riduttivo, è qualcosa in più. Personalmente lo considero un potenziale fenomeno, andava preso immediatamente. Io so cosa significhi essere rappresentato da un genitore, per anni il mio agente è stato mio padre. Se Adrien è diventato uno dei migliori al mondo questa mamma non dev’essere stata poi così cattiva, è chiaro che cerchi il meglio per il proprio figlio. Ad ogni modo penso che ci siano procuratori ben peggiori.”

SUI SOGNI POGBA E DE LIGT

“La pista Pogba è difficile, ma della Juventus non mi stupisco più. Tuttavia mi lascerebbe perplesso, Paul non è sempre decisivo, è perlopiù un solista ed avrebbe difficoltà nell’inserirsi nel collettivo. Su De Ligt non ho dubbi, sono 70 milioni ben spesi. Bonucci e Chiellini non sarebbero un ostacolo per lui, ma potrebbero aiutarlo.”

Alessandro Zanzico


ULTIME NOTIZIE