Allegri in o Allegri out? Il punto sulla situazione

Allegri in o Allegri out? Il punto sulla situazione

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Era dall’arrivo di Cristiano Ronaldo che i principali quotidiani sportivi non parlavano all’unisono dello stesso argomento nella propria rassegna stampa. La domanda che tormenta ora ogni tifoso bianconero è: Allegri in o Allegri out? Proviamo a fare il punto della situazione.

Stando a quanto riportato dal quotidiano “Libero”, la situazione sta letteralmente spaccando la dirigenza. Nedved e Paratici vorrebbero ad ogni costo un Conte-bis, ma il ritorno del salentino sarebbe tutt’altro che gradito dal presidente Andrea Agnelli. Nel momento in cui dovesse saltare il tutto, ecco che per Antonio Conte ci sarà l’Inter ad attenderlo. Secondo “La Stampa”, invece, la Juventus starebbe valutando profili alternativi, quali Pochettino, Dechamps e Simone Inzaghi. “Repubblica” aggiunge che il malcontento fra Allegri e Juventus parta dalla società e non dall’allenatore: il tecnico toscano è certo di poter continuare. “Tuttosport” vola alto, altissimo, e butta nella mischia due nomi clamorosi: Guardiola e Sarri. Il “Corriere dello Sport” scrive di un malcontento da parte dello stesso tecnico toscano, il quale non si spiega il motivo dei continui rinvii del vertice da parte di Agnelli. Mendez avrebbe addirittura proposto Josè Mourinho, opzione esclusa sul nascere. “Gazzetta dello Sport” parla invece di un mancato accordo contrattuale. Secondo il giornale in rosa, infatti, Allegri avrebbe chiesto un rinnovo per tre anni con ingaggio da 10/12 milioni annui ed una forte mano sul mercato. Agnelli pare essere l’unico in casa Juve a non essere convinto della separazione con l’attuale allenatore.

Alessandro Zanzico

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy