CT: "Il pubblico dello Stadium reagisce allo sciopero ultrà e fischia la curva"

CT: “Il pubblico dello Stadium reagisce allo sciopero ultrà e fischia la curva”


La vittoria schiacciante della Juve per 4-1 sulla malcapitata Udinese, con il golden boy Kean in grande spolvero, non è riuscita a placare le tensioni della curva Sud, dove gli ultrà proseguono lo sciopero per via dello costo troppo alto dei biglietti.

Sembrava una serata tranquilla, la Juve doveva vincere per arrivare carica all’appuntamento più importante della stagione, la gara contro l’Atletico. Nonostante l’ampio turnover, la Juventus indirizza la gara sin da subito grazie al talento dell’appena 19enne Kean che strappa gli applausi di tutto lo Stadium e anche di Ronaldo in panchina. A macchiare la serata sono state le tensioni tra la curva Sud e gli altri settori dello stadio per via dello sciopero degli ultrà legato al prezzo troppo alto dei biglietti. Al secondo gol di Kean la tribuna Nord inizia a cantare, divertito dalle prodezze del giovane bianconero, ma la Sud non ci sta e risponde: “La Sud siamo noi”, al punto da scatenare i fischi imbarazzanti di tutti i settori dello stadio. La curva allora riprende “Siete un pubblico di merda” ma la maggior parte del pubblico presente si ribella, fischia nuovamente la curva e continua ad incitare la squadra “Juve alè, Juve alè”. Insomma gli spettatori non accettano la protesta della curva Sud, si recano allo stadio per trascorrere una serata tranquilla, per incitare i propri beniamini, per vedere all’opera il calciatore più forte al mondo, anche se ieri sera in panchina. Deve essere questo lo spirito giusto, in vista della gara importantissima di martedì sera; lo Stadium è sempre stato il 12esimo uomo in campo e deve continuare ad esserlo, mettendo da parte le polemiche e incitando la Juve fino alla fine.

Vincenzo Bellino

ULTIME NOTIZIE