GazzaNet - Simone Pepe: "La Juventus può ribaltare il risultato con l’Atletico"

GazzaNet – Simone Pepe: “La Juventus può ribaltare il risultato con l’Atletico”


GazzaNet, network de La Gazzetta dello Sport, ha riportato le parole dell’ex calciatore bianconero, Simone Pepe. Quest’ultimo ha raccontato la sua meravigliosa esperienza in bianconero ed ha anche detto la sua circa la possibilità che ha la Vecchia Signora di passare il turno in Champions League.

DA DEL NERI A CONTE

“Appena arrivato a Torino ho subito capito la differenza fra Udinese e Juventus, sentivi addosso molte più responsabilità. Quello di Del Neri è stato un anno di transizione, eravamo secondi fino a gennaio, poi i tanti infortuni ci hanno penalizzato. Con Conte è cambiato tutto, ci ha subito detto che avrebbe giocato solo chi si fosse allenato. Non era interessato tanto ai nomi dei calciatori, quanto al loco attaccamento alla squadra. Si è subito guadagnato il rispetto da parte di tutto il gruppo. L’addio di Conte è stato inaspettato, arrivato da un momento all’altro, la Juventus è stata brava a prendere Allegri, l’uomo giusto al momento giusto.”

LA SCONFITTA IN FINALE

“Il Barcellona, prima di essere più forte di noi, era abituato a giocare quelle partite. Nonostante non abbia giocato quella partita mi sono reso subito conto che il giorno dopo sarebbe stato drammatico. Siamo rimasti a parlare di quel risultato per tutta la notte non riuscendo a dormire. Per me e per molti altri sarebbe stato un sogno vincere quella coppa.”

L’ADDIO ALLA JUVENTUS

“Un semplice stiramento mi ha costretto a stare fuori per due anni. Andare via dalla Juve è difficile, vorresti restarci a vita perché vinci, dai il massimo e ti togli tante soddisfazioni. Senza l’infortunio avrei potuto fare qualcosa di più, del resto nei primi due anni e mezzo avevo dimostrato di poter stare alla Juve.”

SU MORATA

“Alvaro è un grandissimo giocatore, ma la Juventus ne ha ceduti tanti nel corso degli anni per farne arrivare di migliori. Penso che la forza della Juve sia proprio questa: puntare più sulla società che sui singoli. Del resto allenatori e calciatori sono di passaggio, ma la Juventus rimane.”

SUI RISULTATI OTTENUTI

“La Juve vince solo in Italia? Beh non è una cosa da niente. È difficile vincere dappertutto, figuriamoci in Serie A. In Champions la Juve ha ottenuto risultati importati, non è mica facile arrivare due volte in finale in appena tre anni. Certo, quando cominci a perderle inizi a pensare che non riuscirai mai a vincere questa benedetta Coppa. Quest’anno si è messa male l’andata degli ottavi, ma sono sicuro che la Juve possa ribaltare il risultato anche se l’Atletico sa difendersi meglio di chiunque altro.”

Alessandro Zanzico

Loading...