CdS: "Per Dybala solo un gesto di rabbia contro il Parma, niente multa"

CdS: “Per Dybala solo un gesto di rabbia contro il Parma, niente multa”


La Juventus ha passato un sabato sera molto nervoso. Dalla grande gioia del doppio vantaggio contro la squadra di D’Aversa, al pareggio subito all’ultimo secondo. Non è stata una bella serata, ma nemmeno una buona settimana quella dei bianconeri. Una serata difficile per tutti, non solo in campo ma anche fuori. Uno su tutti il numero 10 della Juve, Paulo Dybala. Rimasto in panchina a seguito delle rotazioni di Allegri era previsto una gara di riposo per lui. Fin qui tutto bene.

Ecco che però scoppia il caso: nel finale, dopo il secondo gol di Gervinho, esplode il nervosismo della Joya. Dopo la scelta di Allegri di mettere in campo Emre Can al posto dell’infortunato Bernardeschi, Dybala non è tornato in panchina dopo il riscaldamento ma è rientrato dritto nei spogliatoi. La Juventus non ha valutato questo come un caso da multa, anche perchè lo stesso Dybala ha raccontato la sua buonafede nel rientrare prima negli spogliatoi. Una delusione forte, solo per non essere stato utile alla causa. Un caso, non caso insomma.

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy