Audero, il futuro è nei tuoi guantoni