Sotto l'albero bianconero vorrei... Matthjs De Ligt

Sotto l’albero bianconero vorrei… Matthjs De Ligt


Caro Babbo Natale, quest’anno, come da sette anni a questa parte, siamo stati particolarmente bravi: abbiamo infatti portato a casa il quarto double consecutivo, proseguendo quel ciclo di grandi successi iniziato nel “lontano” 2012. Lo so, ancora una volta, non siamo riusciti ad alzare quella tanto desiderata “Coppa dalle grandi orecchie”, una vera e propria ossessione dalle parti di Torino. Ti chiedo, però, se fosse possibile, di chiudere un occhio su questa vicenda, come stai facendo ormai dal 1996. Già, perché quest’anno ce l’abbiamo davvero messa tutta, e quella tanto incredibile quanto purtroppo inutile rimonta del Santiago Benarbeu ne è la prova lampante. Per tutte queste ragioni, spero che tu possa soddisfare questa mia unica richiesta…

Babbo Natale, sotto il mio speciale albero bianconero vorrei un difensore centrale, il giovanissimo olandese dell’Ajax Matthjs De Ligt. Lo so che penserai che sia un ingordo, perché in quel ruolo ho già la fortuna di veder giocare Chiellini, Bonucci, Rugani, Benatia e Barzagli, e non hai nemmeno tutti i torti a pensarlo, ma fidati che ho le mie buonissime ragioni per volere questo unico dono. Quattro di questi giocatori che ho elencato, infatti, sono over 30, e nonostante continuino a essere una vera e propria garanzia, ogni tanto sono costretti a fermarsi causa infortunio, come è normale che sia. Per quanto riguarda Rugani, invece, il discorso è diverso: lui è giovane e anche molto promettente, ma alla Juventus, purtroppo, non è ancora mai definitivamente sbocciato.

Babbo Natale, insomma, non so più come dirtelo, di Matthjs De Ligt ne ho un disperato bisogno. Male che vada, se proprio non vorrai accontentarmi, mi rivolgerò a “Babbo Andrea”, che con la mia richiesta dello scorso anno è stato molto più generoso di te. Esatto, perché mentre tu sostenevi fosse impossibile portare Cristiano Ronaldo con la slitta sotto la Mole, lui è andato a prenderlo in aereo.

SIMONE NASSO