Rugani: nervosismo in Nazionale, continua il periodo no

Rugani: nervosismo in Nazionale, continua il periodo no


Non sembra avere fine il periodo negativo del giovane Daniele Rugani: essendo uno dei meno impiegati in rosa da Max Allegri nella sua Juventus, il centrale lucchese fatica a garantire prestazioni di livello quando chiamato in causa e, dopo lo sfogo del padre, l’ipotesi di un suo trasferimento prende sempre più strada.

 

Notizia dell’ultimo minuto parrebbe però essere un malessere anche con la maglia Azzurra: come riportato da “La Gazzetta dello Sport“, Daniele non avrebbe digerito il suo mancato impiego nell’amichevole contro gli Stati Uniti di martedì scorso. Dopo essere stato scavalcato nelle gerarchie di Mancini persino da Acerbi (convocato dell’ultimo minuto per sostituire Chiellini), il 24enne avrebbe richiesto immediatamente un colloquio con il CT; sulla sua esclusione incide sicuramente il poco minutaggio concessogli in campionato, con sole due presenze da titolare contro Frosinone ed Empoli (peraltro schierato all’ultimo minuto per un problema fisico di Chiellini in fase di riscaldamento).

 

Le voci insistenti che lo vedrebbero vicino alla Roma hanno un senso, perché in giallorosso Rugani troverebbe sicuramente un miglior minutaggio in campo e potrebbe diventare pedina fondamentale del progetto di James Pallotta; tuttavia, la Juventus pare restia ad una sua cessione a gennaio, soprattutto ad una squadra rivale. “La Juventus ha cinque difensori talmente bravi che sotto questo aspetto deve stare serena. Se gioca Rugani, è perché sarà la sua partita, ha ribadito ieri Allegri nella conferenza stampa della vigilia di Juve-Spal. Daniele dovrebbe finalmente trovare spazio dal primo minuto in questo anticipo delle 18 e dovrà giocarsi ottimamente le sue carte, se vuole sperare di rilanciarsi con la maglia bianconera – e con quella della Nazionale più avanti.

 

 

A cura di Federico Brollo.

Loading...