L'acquisto ritrovato: Leonardo Spinazzola

L’acquisto ritrovato: Leonardo Spinazzola


È il 16 maggio 2018 quando Spinazzola è costretto ad operarsi per la rottura del legamento crociato. Uno degli infortuni peggiori che possa capitare ad un calciatore. Prognosi che va dai 4 ai 6 mesi che lo costringe ad iniziare la sua grande opportunità in bianconero dall’infermeria. Una montagna da scalare che Leonardo è riuscito a percorrere fin quasi alla cima. 

Domenica è tornato in campo in occasione della trasferta della Primavera contro il Sassuolo. Un test importante per mettere minuti nelle gambe e verificare come procede il recupero. Da questa partita sono arrivate notevoli indicazioni. L’esterno cresciuto proprio nel vivaio bianconero, ha fornito una prestazione più che convincente, trovando anche con la gioia del gol. L’ex bergamasco ha dimostrato subito un buon stato di forma, proponendosi con costante pericolosità sulla sinistra. La gamba non è certo ancora al 100%, come dimostra la fatica nel rientrare in difesa ad ogni cambio di possesso. Anche la tenuta, come è normale che sia dopo un periodo di stop così lungo, non poteva garantirgli i 90 minuti. Nonostante questo, Spinazzola ha ottenuto il titolo di migliore in campo. Nulla di eclatante per un giocatore abituato a ben altri palcoscenici, ma comunque un chiaro messaggio per Massimiliano Allegri. Il ragazzo è quasi pronto ed ha una voglia matta di giocarsi la possibilità più grande della sua carriera con la maglia del club dove è cresciuto. Del resto, fosse dipeso unicamente da lui e dalla Juventus, sarebbe tornato a Torino già dalla scorsa stagione. La resistenza dell’Atalanta e il brutto infortunio hanno però ritardato un destino che comunque si sarebbe dovuto compiere. 

Dopo la pausa, dovrebbero arrivare le prime convocazioni da parte di Allegri. Il tecnico toscano avrà finalmente la possibilità di far rifiatare l’onnipresente Alex Sandro. Un nuovo ricambio che va a completare la rosa nell’unico punto in cui era ancora scoperta. Per Spinazzola non sarà facile colmare la qualità che garantisce il terzino brasiliano alla manovra, ma il giocatore che si è visto a Bergamo rientra nella categoria degli esterni più importanti della Serie A. I due anni trascorsi con Gasperini lo hanno fatto crescere molto dal punto di vista tattico. Spinazzola ha abbinato alle qualità offensive che lo hanno sempre contraddistinto, anche una fase difensiva degna di nota. Un aspetto che farà sicuramente piacere ad Allegri, sempre attento all’apporto dei terzini su entrambi i lati del campo.

La Juventus ha dimostrato di credere fortemente nel ragazzo non cercando un’alternativa sulla sinistra in estate. Il posto dietro ad Alex Sandro è il suo, ed ora starà a lui dimostrare di essere da Juve. Leonardo, intanto, non smetterà di correre per continuare a scalare quella montagna che non sembra più così alta.

Giuseppe Lo Porto

Loading...