Rodrigo Bentancur: la crescita esponenziale della nuova stella bianconera

Rodrigo Bentancur: la crescita esponenziale della nuova stella bianconera


Arrivato alla sua trentaquattresima presenza in bianconero, Rodrigo Bentancur sta iniziando a mostrare la sua stoffa a società, allenatore e compagni. Dopo una stagione alquanto timida, il centrocampista uruguagio era stato messo abbondantemente in discussione da gran parte della tifoseria. La società, però, ha preferito credere nel giovane ventunenne cucendogli addosso il ruolo di sesto centrocampista. La cessione di Claudio Marchisio ha portato i vari media internazionali a parlare di un suo ipotetico successore: fra Pogba, Milinkovic-Savic e Rabiot, la Juventus ha preferito investire sul giovane Rodrigo, credendo fortemente nel suo potenziale.

 

IL RUOLO

Acquistato come regista, mister Allegri ha da subito cercato di naturalizzarlo mezz’ala, in modo tale da avere una freccia in più al proprio arco in caso di turnover o di emergenza infortuni. Una risorsa, quella dell’avare un Bentancur in squadra, assolutamente non indifferente, soprattutto in un periodo come quello attuale, in cui la Juventus è costretta a preparare in media due partite a settimana. Parliamo di un ragazzo che ormai sta crescendo, che è riuscito silenziosamente a guadagnarsi la fiducia del proprio allenatore. Adesso, quest’ultimo, non ha paura di mandarlo in campo, qualunque sia la partita in questione.

 

LA CRESCITA

Fra le qualità migliorante nel corso di questo avvio di stagione, quella che spicca di più è certamente il carattere. Non deve certamente essere facile sostituire gente del calibro di Pjanic, Matuidi, Khedira o Emre Can, figuriamoci quanto potrebbe essere difficile farlo in partite delicate come quella di Manchester. Nella gara di ieri, Bentancur ha mostrato un carattere da campione, non mostrandosi teso o intimidito dall’importanza della gara, dal nome dell’avversario o dalla location della sfida. A testimoniare ciò, un dato ottenuto proprio dal match di ieri sera, contro il Manchester United. Bentancur è stato, infatti, il giocatore ad aver effettuato più passaggi in tutta la gara (78) scaturendone il 91% di precisione. 

 

IL FUTURO

Sebbene la rosa della Juventus sia piena zeppa di fenomeni, il giovane Rodrigo è stato fin’ora molto abile nel saper aspettare il suo momento con umiltà e soprattutto nel rispondere presente ogni qual volta Allegri ha avuto bisogno di lui. I campioni nascono così: con talento, pazienza e perseveranza. Ma questo Bentancur, se continuerà ad avere la fiducia della società, potrà ben presto insediare i titolari del proprio ruolo. 

 

Alessandro Zanzico