Verso Juventus-Genoa: Sarà 4-3-3. Perin contro la ex, più Douglas che Berna, riposo per Chiellini, si rivede De Sciglio

Verso Juventus-Genoa: Sarà 4-3-3. Perin contro la ex, più Douglas che Berna, riposo per Chiellini, si rivede De Sciglio


Meno di otto ore alla gara casalinga contro il Genoa. Una Juventus che pare inarrestabile è a caccia del nono successo consecutivo in campionato, il grifone invece cercherà di fermare i pluricampioni d’Italia con la sua risorsa migliore: Krzysztof Piatek. Un giocatore tanto difficile da pronunciare quanto da marcare, nome che in casa Juve sta girando molto in orbita mercato, ma che per il momento vorrà continuare a racimolare goal per i rossoblù. La Juventus ha vinto 13 degli ultimi 18 scontri con il Genoa, l’ultima vittoria dei liguri risale al 2 novembre 2016, partita in cui un Simeone in grande spolvero punì i bianconeri con una doppietta nel 3-1 del Ferraris.

Il probabile undici bianconero sarà come sempre indeciso fino all’ultimo istante, soprattutto oggi che il tecnico Massimiliano Allegri potrà vantare di una rosa quasi al completo. Molto probabile che la scelta del modulo ricada su un 4-3-3. Fra i pali, Szczesny potrebbe cedere il posto a Mattia Perin, il quale andrebbe a sfidare la sua ex squadra. In difesa, in vista dell’impiego in Champions League di mercoledì, potrebbero riposare Giorgio Chiellini e Alex Sandro. Il capitano sarebbe sostituito da Mehdi Benatia (il quale affiancherebbe Leonardo Bonucci), mentre il terzino brasiliano da Joao Cancelo. La fascia destra lasciata scoperta da quest’ ultimo, potrebbe essere coperta da Mattia De Sciglio, uno dei rientranti dall’infermeria. I tre a centrocampo dovrebbero essere Pjanic, Matuidi ed Emre Can. Al tedesco potrebbe essere preferito Bentancur, reduce di un’ ottima gara contro l’Udinese. I tre attaccanti saranno gli inamovibili Cristiano Ronaldo e Mario Mandzukic, e saranno affiancati da uno fra Douglas Costa e Bernardeschi. Il brasiliano rientrante è favorito sull’azzurro. Si rivede Spinazzola in panchina e Sami Khedira sarà l’unico indisponibile.

Alessandro Zanzico