Verso Frosinone-Juve: si va verso il 4-3-3. Bentancur più in panchina che in campo

Verso Frosinone-Juve: si va verso il 4-3-3. Bentancur più in panchina che in campo


ORE 18.20 – PRIME INDISCREZIONI SULLA FORMAZIONE

Durante l’ultima riunione tecnica prima della partenza verso lo stadio, Allegri dovrebbe aver sciolto gli ultimi nodi di formazione.La Juventus dovrebbe scendere in campo con un 4-3-3 con Szczesny; Cancelo, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Ronaldo, Dybala. Dovrebbe quindi essere rimandato in panca Bentancur per far posto a Matuidi. Preferito Cuadrado a Mandžukić.

ORE 15.45 – DUBBI LAST MINUTE

Si avvicina sempre di più il match tra Frosinone e Juventus e Massimiliano Allegri ha ancora qualche nodo da sciogliere. I dubbi principali riguardano Mario Mandžukić e Blaise Matuidi. Secondo quanto riportato da Sky Sport il croato potrebbe riposare, anche se il tecnico livornese soffre sempre quando si tratta di rinunciarvici. In salita invece le quotazioni del francese, che potrebbe a sorpresa scalzare Bentancur. Si tratta di due decisioni che saranno prese probabilmente a ridosso della partita.

ORE 12.00 – MANDZUKIC DALL’INIZIO?

Avanza la possibilità di vedere Mario Mandžukić dal primo minuto questa sera. In un primo momento sembrava il croato potesse risposare, ma nelle ultime ore sta prepotentemente guadagnando posizioni e potrebbe condurre l’attacco bianconero assieme a Ronaldo e Dybala.

ORE 11.00 – RISVEGLIO MUSCOLARE

La squadra sta svolgendo in questi momenti il risveglio muscolare in hotel. Poi sarà tempo del pranzo e successivamente i giocatori godranno di qualche ora di riposo nelle loro stanze. Intorno alle 17.30 durante la riunione tecnica Max Allegri svelerà alla squadra le scelte definitive di formazione.

ORE 10.00 – MATCHDAY!

Siamo a poche ore dal match tra Frosinone e Juventus allo Stirpe, previsto questa sera alle 20 e 30. Sarà una gara importante, soprattutto per i bianconeri che vogliono continuare a punteggio pieno la propria corsa in testa alla classifica. Per i ciociari, invece, sarà dura uscire con dei punti: la squadra di Longo vive un periodo difficilissimo ed è ancora alla ricerca di un’identità. Un solo punto conquistato in quattro partite, eliminazione dalla Coppa Italia, problema difensivo ben noto, senza considerare che davanti manchino idee. La partita contro i bianconeri sicuramente sarà un banco di prova importante.

Torniamo in casa Juve, però: Allegri sta decidendo il modulo da adottare: 3-5-2 o 4-3-1-2? L’allenatore bianconero sta valutando tutte le ipotesi, visto e considerato anche il turno infrasettimanale di mercoledì e il big match contro il Napoli di sabato prossimo. L’unica certezza è l’utilizzo di Dybala al fianco di Ronaldo. La Joya è chiamata a rispondere presente, dopo una prestazione deludente contro il Sassuolo, domenica scorsa. La vecchia signora ha bisogno dell’ex Palermo, specie adesso che mancherà Costa per un mesetto. Le qualità di Paulo non sono in discussione, ora si aspetta che accresca la propria intesa con CR7 e trascini la sua Juve per mano, come spesso ha fatto in passato. Stasera potrebbe essere l’occasione giusta per ripartire. Chance anche per Bentancur con Can e Pjanic in mezzo al campo. Dietro Chiellini dovrebbe giocare con Rugani o Benatia. In caso di difesa a tre, spazio anche a Bonucci. Buone possibilità di vedere Cuadrado terzino, o esterno di cc, così come a sinistra dovrebbe esserci uno tra Sandro e Cancelo, quest’ultimo adattato.

Al di là dei dubbi di formazione, legittimi, quel che conta sono i tra punti, visti anche gli impegni delle altre, in particolare il Napoli, impegnato nell’insidiosissima trasferta di Torino. I granata, allenati dall’ex Mazzarri, cercheranno uno sgambetto e la Juve, in questa ottica, sarà già a conoscenza del risultato dei partenopei, con la speranza di poter allungare ancora in classifica.