Bentancur non brilla: risorsa che necessita tempo o semplice riserva?

Bentancur non brilla: risorsa che necessita tempo o semplice riserva?


L’esordio da titolare di Rodrigo Bentancur non è stato all’altezza delle aspettative. Nell’ esperimento di Massimiliano Allegri, l’uruguagio classe 1997, è stato schierato come mezz’ala accanto a Pjanic ed Emre Can non regalando, però, una prestazione eccelsa. Sostituito al 56′ minuto, non è riuscito a lasciare il segno, eccezione fatta per una conclusione con il mancino di poco al lato. Apparso anche un po’ nervoso in avvio di partita, Bentancur non è riuscito a regalare alla squadra la stessa spinta ottenuta poi dall’ingresso di Federico Bernardeschi.

Bocciata, dunque, la posizione di mezz’ala per il numero 30 bianconero, risultato poco incisivo negli inserimenti e alquanto timido nei passaggi. Nella scorsa stagione è riuscito a collezionare venti presenze, cinque della quali da titolare, quella di oggi è già la terza nonostante l’ingombro di centrocampisti in rosa. Max Allegri potrà usufruire dell’uruguagio soprattutto come sostituto di Pjanic in cabina di regia nel più classico dei 4-3-3, ruolo a lui ben più familiare. Da non sottovalutare la concorrenza di Emre Can, calciatore capace di coprire fondamentalmente tutti i ruoli nel reparto centrale di campo, quello di “playmaker” incluso. Una concorrenza che di certo non farà male al giovane Bentancur, un ragazzo che in prospettiva, non potrà che essere una risorsa per questa Juventus.

Alessandro Zanzico