Khedira, il centro di gravità permanente di Allegri

Khedira, il centro di gravità permanente di Allegri


Sami Khedira, anno dopo anno, è diventato sempre più una colonna portante non solo del centrocampo bianconero, ma della Juventus tutta. Uomo spogliatoio, ha dato l’esempio con l’impegno e la costanza. In virtù di questo Max Allegri lo ha rinominato ‘il professore‘. Uno di quei giocatori-allenatori in campo. Ecco il motivo del rinnovo firmato ieri fino al 2021. Il tedesco è un pupillo del tecnico e non deve mancare nella sua squadra. Le tre gare di fila giocate in questo inizio di campionato, fanno capire quanto il tecnico lo consideri imprescindibile.

GDS: KHEDIRA, PUNTO DI RIFERIMENTO DI ALLEGRI

Arrivato a Torino con la nomea di calciatore sempre infortunato, Sami ha sovvertito le previsioni. Soprattutto grazie alla fiducia del tecnico. Fiducia che ha sentito anche quando il Psg ha bussato alla sua porta nello scorso mercato o quando è stato acquistato Emre Can. Come si legge dalla Gazzetta dello Sport proprio in quel momento Allegri lo ha ricoperto di elogi e intavolato con la società il rinnovo. Sami ha giurato così fedeltà alla Vecchia Signora. Dopo anni difficili, a Torino è tornato a giocare con grande continuità. Tutto questo grazie anche al lavoro di prevenzione fatto dallo staff medico e dalla sua capacità di autogestirsi.

Allegri dice sempre di lui: “Anche quando non lo vedi, lui c’è”, pronta la risposta di Khedira: “Sono felice di avere un grande allenatore, uno dei migliori tecnici in circolazione, intelligente e preparato dal punto di vista tattico”.

Loading...