Allegri: "Gara con la Lazio fondamentale. Ronaldo campionissimo, ma rifiaterà anche lui. Su Dybala, Matuidi e Bernardeschi..."

Allegri: “Gara con la Lazio fondamentale. Ronaldo campionissimo, ma rifiaterà anche lui. Su Dybala, Matuidi e Bernardeschi…”


Alla vigilia di Juventus-Lazio, Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa. Questo quanto raccolto dalla redazione di SpazioJ: “Mi aspetto entusiasmo, lo scorso anno la Lazio ci ha battuto due volte, allo Stadium eravamo reduci da 41 vittorie di fila. Questa sarà la prima partita vera, importante, pure se è ancora la seconda. Indipendentemente da chi giocherà tra Bonucci e Barzagli, occorrerà avere entusiasmo. Leo è della Juve, va valutato come tutti. Ci ha sempre messo passione e dedizione e va rispettato per quanto fatto. 

Ronaldo? Ci vuole pazienza, Ronaldo contro il Chievo ha tirato sei volte. La Lazio è una squadra di ottimi giocatori, ben guidata, con Milinkovic che dà fisicità e tecnica. Evitiamo i blackout dello scorso anno. Quando si gioca ogni 2-3 giorni è normale cambiare un po’, chi entra dalla panchina deve essere determinante come negli scorsi anni. Ci sarà un momento in cui Ronaldo dovrà rifiatare, come accaduto a Madrid lo scorso anno. Ora gioca, poi più avanti vedremo. Non posso sapere cosa succederà. Se gioca con Mandzukic è il centravanti, così come con Dybala, se c’è Douglas Costa può anche coprire più a sinistra. Cristiano va sfruttato per le caratteristiche che ha. Va messo, come gli altri, dove si trova meglio. Matuidi titolare? Decido oggi, ha una buona condizione e si è allenato anche in vacanza. Arrivò in punta di piedi, lo scorso anno, ci siamo subito resi conto della sua importanza. Abbiamo lui, Betancur, Khedira, Pjanic. Queste tre partite dovremo gestire la settimana, poi dal 16 settembre giocheremo ogni tre giorni e qualcuno rifiaterà. Dybala titolare? Decido oggi. 

Con la Lazio dobbiamo evitare gli errori di Verona. Mi fido delle mie sensazioni, bisogna trovare una quadratura diversa. Alex Sandro? Sì, quest’anno è un altro giocatore, deve lavorare molto su se stesso. Ronaldo è un campionissimo fattosi col lavoro e il sacrificio. Un esempio per i giovani, alza l’asticella qui ed in Serie A. Cancelo deve mettersi lì e lavorare sulla fase difensiva, ha ventiquattro anni e può crescere. Bernardeschi? Ha qualità ed entusiasmo, può fare il centravanti, la mezzala, il trequartista. Conto molto su di lui”. 

Loading...