Nello sconforto generale c’è una luce: vincere a Londra non è impossibile

Wembley-Stadium-05
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juventus viene riagguantata dal Tottenham in rimonta e ora si complica la qualificazione. Qualificazione che, comunque, è ancora assolutamente fattibile.

CALMA E GESSO

Ovviamente, il sentimento che sta strusciando nelle menti di molti tifosi bianconeri è lo sconforto. Il 2-0 maturato dopo 10′, le tante occasioni per chiuderla, il rigore fallito sono tutti fattori che potevano fare andare la partita in un altro modo. Tutto vero, ma con i se e con i ma non si fa la storia. Si riparte sul 2-2 e mancano ancora 90′. In pratica, una vita. Bisogna, dunque, avere fiducia. Magari recuperando qualche infortunato e, soprattutto, cercando di giocare meglio a livello tecnico e tattico.

OSTACOLO WEMBLEY

Certo, andare a vincere a Londra non sarà per nulla facile. In uno stadio, poi, come quello di Wembley, dove solo tre italiane sono riuscite a vincere. La Juventus, comunque, ha tutte le qualità per fare bene. Non dimentichiamoci della rimonta quasi compiuta contro il Bayern Monaco di due anni fa, quando solo l’errore di Evra permise ai bavaresi di pareggiare all’ultimo secondo. Come detto, poi, e come ha confermato lo stesso Allegri, la Juventus recupererà gente del calibro di Barzagli, Matuidi, Dybala e forse Cuadrado. Infine, c’è da considerare il fattore Allegri: l’allenatore toscano è maestro nel riuscire a uscire dalle difficoltà, e ce la metterà tutta per far lavorare al meglio i suoi ragazzi.

Ovviamente, il sentimento che sta strusciando nelle menti di molti tifosi bianconeri è lo sconforto. Ma non bisogna mai dimenticare che la Champions si gioca sui 180′

Simone Calabrese