Barzagli, Benatia, Chiellini: nasce la nuova BBC. Ma occhio a Höwedes

Barzagli, Benatia, Chiellini: nasce la nuova BBC. Ma occhio a Höwedes


Potremmo titolare questo articolo ‘Lo strano caso della difesa della Juve’. Per anni, infatti, il reparto arretrato bianconero è stato il migliore di tutti, e Buffon ha dovuto raccogliere davvero pochi palloni dalla sua porta. Ora, invece, sembra che i bianconeri si siano sbilanciati più in avanti, e la difesa ne sta risentendo. Allegri, dunque, sta cercando di equilibrare il tutto restaurando la difesa a tre.

LA NUOVA FORMULA

Fino all’anno scorso la formula per decantare la difesa juventina era quasi una filastrocca: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini. Un quartetto da favola, che ha permesso alla Vecchia Signora di raggiungere grandi obiettivi. Un quartetto che ora non esiste più. L’addio di Bonucci ha lasciato un vuoto difficilmente colmabile nel reparto arretrato di Allegri, e l’allenatore toscano ha dovuto pensare a lungo a una soluzione. Prima la difesa a quattro con Chiellini e Barzagli titolari, poi le chance per Rugani e Benatia. Ma i risultati non sono stati quelli sperati, e i gol incassati sono diventati davvero molti. Ed ecco l’idea di Allegri: non rinunciare alle stelle offensive, ma nemmeno la solidità difensiva. E’ tornata in auge, dunque, la difesa a tre.

LA NUOVA BBC

Ora che il modulo sembra deciso, bisogna capire quali saranno le gerarchie. Detto che Chiellini e Barzagli sono intoccabili, al momento il calciatore con più probabilità di completare il reparto è Medhi Benatia. Il marocchino ha finalmente ritrovato la forma fisica tanto rincorsa, e ora sta dimostrando tutto il suo valore. Ottimo difensore e anche buon bomber, Benatia è dunque il sostituto quasi naturale di Bonucci. Ed ecco che, dunque, che la nuova BBC prende sempre più forma.

GLI OUTSIDERS

Il trio titolare, dunque, sembra completato. Ma Barzagli e Chiellini hanno la loro età, e Benatia è sempre a rischio infortuni. Diventano fondamentali, quindi, anche le riserve. E la Juventus, essendo un top club, ha due riserve di valore assoluto: il Campione del Mondo tedesco Benedikt Höwedes e la promessa Daniele Rugani. In questo momento, forse, il tedesco ha scavalcato il giovane italiano nelle gerarchie di Allegri, e si candida a primo sostituto del trio titolare.

La Juventus vuole ritrovare la solidità difensiva per poter vincere in Italia e in Europa. E, per farlo, è tornata alla solida, vecchia ma nuova BBC.

Simone Calabrese