Tra il Kroos e la Juventus c'è di mezzo il mare di speranze (e impedimenti)

Tra il Kroos e la Juventus c’è di mezzo il mare di speranze (e impedimenti)


Il Real Madrid non ha certo bisogno di presentazioni, così come non ce n’è bisogno per i suoi calciatori: chi gioca nei blancos è, per definizione, un campione. Qualcuno che è arrivato all’apice della sua carriera, che lotta in uno dei club più potenti del mondo, per cercare di vincere, ogni anno, tutto. Al Real Madrid arrivano solo i giocatori migliori, e quest’anno i nuovi arrivati fanno presagire ad un Real Madrid giovane: non solo Dani Ceballos, arrivato dal Betis Siviglia dopo essere stato eletto miglior giocatore dell’europeo under 21, ma con lui sono arrivati i compagni di nazionale Vallejo, Llorente (non il buon Nando, ovviamente, ma il centrocampista centrale Marcos) e Borja Mayoral, oltre al terzino francese Theo Hernandez. Soprattutto il centrocampo risulta essere particolarmente ricco: oltre ai nuovi arrivati, i titolari sono Casemiro, Kroos e Modrić, oltre anche al tuttofare Isco e all’ex Inter Kovačić. Ad oggi sembra essere un reparto perfetto, più da videogames che da realtà, motivo per cui è lecito pensare che tutti i giocatori vorranno spazio, anche i posti in campo sono limitati. Vediamo quali sono le speranze, e gli impedimenti, che portano Kroos alla Juventus.

LE SPERANZE

Come detto, ci sono tanti giocatori, forse troppi. Dani Ceballos ha fatto vedere tutte le sue qualità, e vuole giocarsi le sue chances fino in fondo, reclamando un posto in campo a più non posso. Da una parte è bello avere questi problemi di abbondanza, dall’altra potrebbero nascere incomprensioni e/o tensioni che possono deflagrare in quello che, ad oggi, è lo spogliatoio più complicato del mondo, dato che chi gioca nel Real Madrid non vuole stare in panchina (e l’esempio calzante in questo senso è stata la cessione di James Rodríguez al Bayern Monaco).

GLI IMPEDIMENTI

Tanti, troppi. Innanzitutto, partiamo dalle cifre: Kroos, il giocatore che ha affascinato i tifosi e la dirigenza bianconera, ha un valore di 70 milioni di euro, e ne percepisce 10 l’anno. Questo potrebbe bastare a frenare l’entusiasmo per prendere il nazionale tedesco, che a 27 anni ha una bacheca straordinariamente piena alle sue spalle. Come se non bastasse, si è registrato l’interesse del Milan per Modrić: secondo Calciomercato.com, Zidane starebbe pensando ad un suo uso più limitato, sulla falsa riga di quanto fatto con Cristiano Ronaldo nella scorsa stagione. Se così fosse, il croato potrebbe pensare di cambiare aria, e complice la sua età (32 anni a settembre), il Real potrebbe anche pensare di guadagnare qualche soldo da questa cessione. In questo caso, Kroos sarebbe automaticamente eliminato da ogni fantasia bianconera: il Real non può permettersi di perdere due giocatori così in un estate così torrida. Ammesso che ne voglia perdere qualcuno.