Alex Sandro, l’asta è aperta: no al Chelsea, ma occhio ai sostituti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La Juventus – per voce di Giuseppe Marotta – ha comunicato di aver rispedito al mittente l’offerta da 60 milioni arrivata dal Chelsea per Alex Sandro. Secondo alcune fonti, però, il brasiliano ha comunicato di essere consenziente ad un eventuale trasferimento a Londra: i Blues, così, potrebbero rilanciare clamorosamente, arrivando a toccare picchi altissimi (Chelsea che, secondo il Daily Express, sarebbe pronto a sborsare anche 50 milioni di sterline per Bonucci). E occhio pure alle solite Manchester City e Paris Saint-Germain, sempre vigili sul calciatore.

I POSSIBILI SOSTITUTI

Per il momento, sembra difficile, in caso di cessione dell’ex Porto, che possa rientrare Leonardo Spinazzola: il prestito all’Atalanta sarà rinnovato. Costa tanto, invece, Benjamin Mendy del Monaco, mentre restano altissime le quotazioni di Mattia De Sciglio, per il quale potrebbe profilarsi anche uno scambio, con conguaglio ai rossoneri, con Neto. L’ultima pista conduce a Dalbert Henrique, terzino sinistro del Nizza già corteggiato insistentemente dall’Inter. Un paio di mesi fa, la prima scelta sembrava Emerson Palmieri della Roma, ma il suo grave infortunio al ginocchio ha bloccato tutto. Nelle ultime ore, infine, si è parlato anche di Clichy, svincolato dal City, che arriverebbe gratis.

Nessuno – con tutto il rispetto – riuscirebbe a colmare adeguatamente il vuoto lasciato da Alex Sandro: cederlo sarebbe un errore, viste le potenzialità e le vistose possibilità di crescita internazionale. Se c’è qualcosa che può consolare, la società bianconera non ha intenzioni di liberarsene: il mercato, però, è dinamico…

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook