Allegri: "Niente di preoccupante per Dybala, importante vincere oggi"

Allegri: “Niente di preoccupante per Dybala, importante vincere oggi”


L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium al termine del match contro la Sampdoria. Queste le dichiarazioni del tecnico livornese che ha affrontato diversi argomenti.

Allegri su DybalaAllegri

Dybala ha sentito indurire il flessore di dietro era da qualche giorno che lo stavamo gestendo ma non dovrebbe essere niente di preoccupante. E’ un giocatore che come caratteristiche tra le linee non abbiamo, ho provato Pjaca ma non si trova a suo agio lì in mezzo. Potevo avanzare Pjanic ma non volevo perdere equilibrio a centrocampo soprattutto perché la partita era ancora lunga e volevo un giocatore offensivo. Higuain ha fatto una buona partita, non ha trovato il gol ma è stato bravo anche coloro che sono entrati, Lemina ha tolto palloni di testa, c’è bisogno di tutti, la squadra ha fatto una buona partita, nel finale si poteva gestire meglio”.

Sul Barcellona e nervosismo finale

“Ero furioso perché avevamo noi la palla, bisognava buttarla fuori, malizia che qualcuno non ce l’ha, dobbiamo stare attenti. Arrabbiato più con il Carpi? Ci siamo vicini, speriamo porti bene come a Modena. In alcuni momenti non bisogna farli saltare, essere ordinati, non farsi saltare, oggi abbiamo fatto pochi falli, con il Milan abbiamo subito 21 falli e fatti 8, ogni tanto qualche  fallo di contatto serve.Il Barcellona? Sarà importante, innanzitutto, giocare con loro deve diventare normalità, andare fuori o restare dentro, è normalità, le altre devono rispettarci, dopo Barcellona, Bayern, possiamo andare avanti o uscire fuori, dobbiamo giocarcela in un certo modo, abbiamo prima Napoli e Chievo con la coppa Italia. Io con la società sono in ottimi rapporti, le cose vanno bene, al momento giusto la società mi chiamerà e mi faranno  sapere che cosa hanno bisogno di fare”.

Capitolo rinnovo

“Con la società sono in ottimi rapporti, le cose vanno bene. Al momento giusto la società mi chiamerà, ci siederemo ad un tavolo e mi faranno sapere che cosa hanno intenzioni di fare”.

 

 

ULTIME NOTIZIE