Una squadra di under-23 nel futuro della Vecchia Signora

La promettente Juventus under 23


Grande clamore c’è stato quest’anno dietro alla decisione della società di puntare su giocatori di un’età media oltre i 25 anni (Pjanic e Higuain su tutti), ma la verità è che dietro questa facciata si cela un piano più ampio per un futuro completamente under-23. Un futuro promettente e nemmeno così distante.

Da Bentancur a Caldara

Le ultime mosse di mercato in casa bianconera riguardano gli arrivi dei promettenti Caldara dall’Atalanta e Bentancur dal Boca. Già si è parlato del promettentissimo diciannovenne argentino in arrivo dal Boca, lo si aspettava forse già a gennaio, ma la società ha deciso di dargli un po’ più di tempo per crescere a casa. Rodrigo, rientrato come acquisto nell’affare Tevez,  è uno dei futuri pilastri su cui si fonderà la Juventus.

Andrà a comporre il centrocampo del futuro insieme ad uno Sturaro sempre più fondamentale e ad uno sfortunato Mandragora.
Per quanto riguarda Caldara, l’idea è, con un colpo di mano, di prenderlo a gennaio se possibile. Questi infatti andrebbe a completare il reparto difensivo con Rugani, che sta diventando sempre più leader della difesa, Pol Lirola e Mattiello. Una solida linea difensiva che andrà a rilevare il posto della BBC vincente, ma ormai avanti con l’età.

La Juventus che verrà

Le prospettive per il futuro sono rosee per la Juventus. Un vivaio molto produttivo ed investimenti oculati sul mercato, porteranno una squadra under-23 di tutto rispetto. Certo, questa non arriverà tutta insieme all’undici titolare, ma potenzialmente sarebbe una delle squadre più giovani e forti d’Italia.
In porta ci sarà Leali (23 anni), già di proprietà della Juve ma in prestito all’Olympiacos per farsi le ossa, con davanti una linea difensiva composta da Pol Lirola (19) Rugani (22) Caldara (22) e Mattiello (21). Il centrocampo, come già detto, si punterà sull’esperienza di Sturaro (23), sulla novità Bentacur (19) e il ritorno del promettente ma sfortunato Mandragora (19).
Davanti potrebbe essere schierato un terzetto da “leccarsi le dita dei baffi”, per dirla alla Caccamo: Dybala (23) con un esperienza internazionale e in squadra invidiabile, Marko Pjaca (21) che sta tornando dall’infortunio per dimostrare ciò che sa fare e in ultimo Moise Kean (16). Il bomber del futuro è già in casa bianconera.

ULTIME NOTIZIE