Un Higuain Dybaloso, la veste momentanea del Pipita

Un Higuain Dybaloso, la veste momentanea del Pipita


Higuain e Dybala, Dybala e Higuain. Un tormentone che si è aperto il 26 luglio 2016, giorno del trasferimento lampo del Pipita alla Juventus, e che da allora ha aperto innumerevoli scenari… l’ultimo dei quali però è certamente il più inaspettato: il numero 9 sta provando a cambiare casacca, avvicinandosi al 21 è diventato un Higuain Dybaloso.

Come il vostro occhio attento avrà già notato, lo spunto per questo aggettivo viene dal famoso bambino e dalla sua maestra che, non più di qualche mese fa, avevano scosso il web con chiedendo all’Accademia della Crusca l’approvazione del termine “petaloso”. Beh, forse, non avevano tutti i torti, d’altronde quando un termine calza a pennello deve essere utilizzato, e questo fa proprio al caso nostro.
Sì, Higuain Dybaloso è la nuova moda di mister Allegri, che con grande estro dopo l’infortunio della Joya ha reinventato il Pipita, da cannoniere a rifinitore.

higuain-dybaloso-vs-pescara

Dal 22 ottobre, data della gara contro il Milan, Higuain ha segnato un solo gol, ma un osservatore attento lunge dal parlare di crisi realizzativa, semmai di differente di tempi e spazi, che lo stesso allenatore juventino ha sottolineato con piacere nel post partita“Higuain senza gol? Ha fatto gol prima di andare in nazionale, in questa stagione ha già segnato 10 volte. Questa sera ha fatto una prestazione importante, si è sacrificato molto tra le linee, facendo il lavoro che di solito fa Dybala. Ha una tecnica straordinaria e l’ha sfruttata 10 metri più indietro.”

Più a centrocampo che in attacco, parola di Allegri e della “dashboard”, ma comunque sette tiri tentati per provare a battere Bizzarri, uno dei quali – dal limite, a girare, proprio come Dybala – stampatosi sul palo. A tutto questo andrebbe aggiunta poi la palla servita a Sturaro al minuto 81 che, se tramutata in gol dal giovane centrocampista, avrebbe coronato, anche nel tabellino, una buona prestazione al servizio della squadra.

Insomma ottime risposte per il pragmatismo di Max Allegri e della Juventus, ma probabilmente non il massimo per gli esteti del calcio che, in cuor loro, sperano di accantonare al più presto l’Higuain Dybaloso, per rivedere il Pipita in veste di realizzatore, supportato proprio da Paulo Dybala.
Un parere abbastanza condiviso e condivisibile, sostenuto da un’interessante statistica: i due quando hanno giocato insieme per almeno 70′ hanno sempre prodotto due gol (Juventus-Sassuolo, 70′, doppietta Higuain e assist Dybala; Juventus-Cagliari, 72′, Higuain un gol e un assist; Empoli-Juventus, 73′, due gol Higuain e uno Dybala).
Non resta quindi che continuare ad osservare con ammirazione questo Pipita, nell’attesa che ognuno ritorni al proprio posto, perché, come dicono i numeri, così si parte 2 a 0.

ULTIME NOTIZIE