Pellissier: "Quel 3-3 resta indimenticabile. Stavolta mi basta una doppietta"

Pellissier: “Quel 3-3 resta indimenticabile. Stavolta mi basta una doppietta”


Una delle poche bandiere rimaste in circolazione. Sergio Pellissier ha dedicato la sua vita calcistica al Chievo, sposando la causa nel 2002 e non abbandonandola mai. Il capitano clivense ha rilasciato delle dichiarazioni a “La Gazzetta Dello Sport”, parlando dell’imminente sfida tra bianconeri e gialloblu e ricordando una particolare sfida di qualche anno fa.

QUELLA TRIPLETTA

“Stavolta mi basta una doppietta”. Così esordisce Pellissier, ricordando il 5 aprile 2009. Buffon, che festeggerà oggi le 600 presenze, all’epoca festeggiava le 300, ma la sua festa fu rovinata

VERONA, ITALY - MAY 15: Sergio Pellissier of Chievo during the Serie A match between AC Chievo Verona and Udinese Calcio at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on May 15, 2011 in Verona, Italy.  (Photo by Dino Panato/Getty Images)

proprio dall’attaccante: una tripletta che sancì il 3-3 finale e la crisi della Juventus di Delneri. Anche per Pellissier potrebbe essere una festa: qualora dovesse giocare, toccherà quota 400 presenze in Serie A ed è anche alla ricerca del gol numero 100 nella massima serie.

“Quel 3-3 resta indimenticabile” – ricorda Pellissier – “il primo gol arrivò da lancio lungo, ho dribblato Buffon e tirato in porta. La seconda volta ho calciato subito, la terza invece di testa. Gigi era arrabbiatissimo e a fine partita non ci siamo detti niente. Lui è straordinario, ha tanta qualità, ma la sua forza è nella testa: solo così puoi restare ad alti livelli per tanti anni”.

ULTIME NOTIZIE