De Gea: "Buffon, il top". E anche gli avversari lo esaltano...

De Gea: “Buffon, il top”. E anche gli avversari lo esaltano…


In tanti hanno speso parole d’elogio per Gianluigi Buffon, dopo la grandissima prestazione del capitano bianconero in Champions League, contro i francesi del Lione. Veri e propri “miracoli” che hanno tenuto in vita la Juventus, permettendo alla Vecchia Signora di sferrare nel finale il colpo decisivo con Juan Cuadrado.

BUFFON E’ IL TOP

de gea

La prestazione del numero uno bianconero, ovviamente, non è passata inosservata. Infatti un altro numero uno, di caratura internazionale, David De Gea portiere del Manchester United, applaude le gesta del capitano della Juventus. Lo spagnolo ha twittato: due mani che applaudono e due “top”. Zero parole, per rimarcare che Buffon resta il migliore. Perché, a volte, basta anche semplicemente qualche emoticon per esprimersi. E’ l’era dei social, l’era di Twitter.

I FRANCESI ANCORA NON CI CREDONO

Parole d’elogio arrivano anche dagli avversari che, nonostante la sconfitta, riconoscono le strabilianti prodezze dell’eterno Gigi Buffon. Tolisso ancora non ci crede: “Quando la Juventus è rimasta in dieci siamo riusciti a crearci più possibilità, ma Buffon ha fatto un match incredibile“. Lo stesso discorso vale per il centrocampista francese Maxime Gonalons: “Cosa potevamo fare più di così? Siamo stati all’altezza, abbiamo avuto delle occasioni, ma Buffon è stato davvero grande. Abbiamo perso ma siamo fieri di ciò che abbiamo fatto contro una squadra che può vincere la Champions“.

“FENOMENALE, MIRACOLOSO”

Anche l’Equipe, uno dei maggiori quotidiani sportivi francesi, esalta la grande prestazione di Buffon. Per il numero uno bianconero si usano aggettivi importanti come: Fenomenale, miracoloso”. Complimenti che non si limitano al solo Buffon, ma che si estendono a tutta la Juventus, compreso il tecnico Max Allegri: “Juve nettamente superiore anche in dieci uomini. Inoltre, non è passata inosservata, almeno in terra francese, la serata estremamente negativa dell’arbitro Szymon Marciniak. Una bocciatura senza appello per colui che, tra l’altro, aveva già arbitrato la Juventus lo scorso anno contro il Siviglia nella partita persa per 1 a 0 (gol dell’ex Llorente) e, ancor prima, contro gli svedesi del Malmoe allo Stadium. L’ Equipe commenta: “C’era un rigore su Dybala e due cartellini rossi per il Lione“.

Luca Piedepalumbo

ULTIME NOTIZIE