Grosso : "Abbiamo voglia di crescere e migliorare"

Grosso : “Abbiamo voglia di crescere e migliorare”


Il mister della Primavera juventina, Fabio Grosso, ai microfoni di JTv ha commentato questo inizio di stagione dei suoi ragazzi alla vigilia della sfida con il Cittadella di oggi alle 15:00.

ENTUSIASMO. Trapela grande entusiasmo da parte del campione del mondo del 2006, entusiasmo che coinvolge i suoi ragazzi, alcuni dei quali quest’anno faranno la loro prima esperienza nel mondo dei “grandi”: “Siamo partiti bene, cominciare è entusiasmante: abbiamo cambiato molto come è nella natura del settore giovanile, nel quale i ragazzi crescono. Molti giocatori dello scorso anno sono andati nel “mondo dei grandi” e li seguiamo con affetto, ora c’è un gruppo nuovo che ha tanta voglia di crescere. Noi siamo qui per aiutarli e dare loro più indicazioni possibile”.

OTTIMO INIZIO. La stagione appena iniziata rappresenta l’ennesima sfida per Grosso e i suoi ragazzi: “Come dicevo siamo un gruppo nuovo, la Juventus è una società importante, la squadra ha grande qualità, ma da sola non è sufficiente. Crescere è un insieme di tante cose, che vivremo insieme allenamento dopo allenamento. Per esempio la attuale formula permette di affrontare squadre nuove, fare trasferte in città diverse, il nostro raggruppamento è bello e appassionante, con società che lavorano bene nel settore giovanile, come il Sassuolo, il Chievo e il Torino”.

YOUTH LEAGUE. Sullla Youth League l’emozione è tanta, come la voglia di far bene: “Vogliamo ben figurare in tutte le competizioni: giocare la Youth League è bellissimo, e ancora di più lo è farlo a Vinovo, nel nostro campo. Lo scorso anno erano partite “relativamente” in casa, andavamo a giocare in altri stadi, essere all’interno del nostro Centro è una soddisfazione”.

CITTADELLA. Sulla sfida di oggi alle 15:00 con il Cittadella: “Vogliamo ripetere quanto di buono fatto lo scorso anno, cambiano gli interpreti ma non la mentalità. Contro il Cittadella non sarà semplice, loro avranno tanta voglia diemergere e mettersi in mostra, noi dovremo fare uscire la nostra qualità“.

Aristide Rendina