Il rebus Morata continua: suo futuro dopo la finale di Champions

La Juve e Morata potrebbero tranquillamente mettere su Facebook nella casella “situazione sentimentale” l’opzione “relazione complicata”. Molto complicata, oserei dire. Il futuro dello spagnolo è un vero rebus, anche se l’ipotesi più gettonata è quella che vedrebbe Morata lontano da Torino.

alvaro.morata.juventus.smorfia.2015.2016.538x358

RECOMPRA REAL? – Né Real né Juventus si sono ancora sbilanciate troppo sulla question Morata, anche se si sa che la Juventus terrebbe volentieri il suo numero 9. I Galacticos, inoltre, non hanno ancora dichiarato nulla sulla trattativa con Morata in quanto stanno aspettando l’esito della finale di Champions, che si giocherà stasera proprio in Italia, a Milano. Ecco che quindi, finita la partita, potrebbe esserci un incontro chiarificatore tra le due dirigenze. La sensazione è che, comunque, i madrileni faranno valere la famosa “opzione di recompra” sulla base di 30 milioni di euro.

SOLO DI PASSAGGIO – Una volta tornato a Madrid, il caso Morata non finirà: lo spagnolo, infatti, non sembrerebbe rientrare nei piani del Real, e potrebbe essere l’oggetto del desiderio di altre squadre. In pole position, infatti, ci sono PSG e Chelsea: i parigini devono sostituire Ibra e (chissà) Cavani e vogliono fare di Morata il nuovo leader offensivo, mentre il Chelsea deve prima piazzare Diego Costa; inoltre, non è un segreto che Antonio Conte stimi Morata, anche perché lo spagnolo arrivò proprio pochi giorni prima dell’addio di Conte alla Juventus. Più defilato l’Arsenal, che non troverebbe il gradimento del giocatore.

Il calciomercato non è ancora aperto, ma la situazione Morata è già bollente, e le premesse dicono che sarà un’estate molto calda.

Simone Calabrese

I commenti sono chiusi.

Impostazioni privacy