Allegri: “Mancavano due passi per lo scudetto, uno è stato fatto. Buffon è stato decisivo”

Massimiliano Allegri ha parlato ai mirofoni di Premium Sport al termine della gara tra Fiorentina e Juventus.

QUASI FATTA – “Domani allenamento, poi tutti a Torino. Ci manca un punto, non era facile vincere e fare 24 vittorie su 25. Non è stato facile, soprattutto dopo aver scatenato quel casino. I meriti sono del gruppo che ha iniziato la stagione del peggiore dei modi, poi c’è stata una rincorsa memorabile. La squadra ha fatto un cammino straordinario”. 

BUFFON E TOTTI – “Per il calcio mondiale spero ci saranno ancora campioni così. Noi Buffon non vogliamo metterlo da parte, è in una condizione fisica e mentale straordinaria e stasera è stato decisivo”.

DUE PASSI – “Mancavano due passi allo scudetto, uno lo abbiamo fatto. La partita è stata riaperta  e dopo siamo stati bravi a recuperare il vantaggio. C’è stata una bella gara”. 

LEMINA“Hernanes aveva giocato mercoledì, ho scelto Lemina perchè sa uscire con la palla al piede e ha buone geometrie. Lo stesso vale per Evra: Alex Sandro mercoledì aveva giocato molto bene, lo stesso ha fatto Patrice”. 

allegri-bayern

 

LE AMBIZIONI – “Me lo sento mio lo scudetto grazie ai ragazzi e credo di averlo dimostrato. Nel calcio contano solo i risultati, il resto sono solo parole. Bisogna ambire a quelle cose che sembrano impossibili, ma non lo sono. Quest’anno abbiamo giocato un’ottima Champions, ma è andata così”. 

LA TATTICA “A seconda dell’avversario ci poniamo in maniera diversa nella fase offensiva e difensiva, dipende dai punti deboli”. 

LA FIRMA -“Questa settimana? Vediamo. Inizio no perchè c’è la festa, vediamo dai”. 

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy