Verso Bologna-Juve – Confermato il 4-3-1-2 con Pereyra dietro Morata e Zaza

banner_bologna_juventus_SJ_2015_16
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

A Bologna ci si gioca un pezzo di scudetto. Parole e musica di Massimiliano Allegri, che a pochi giorni da Juventus-Bayern non è distratto e si concentra sul campionato. La Juventus dovrà vedersela con un Bologna difficile da battere in casa per poter mantenere la testa della classifica. Da un lato c’è quindi questa sfida delicatissima, dall’altra l’intenzione di arrivare al meglio alla sfida col Bayern: il risultato è un turnover piuttosto moderato da parte di Max Allegri. Il tecnico bianconero infatti, oltre a rinunciare agli infortunati Alex Sandro, Chiellini e Mandzukic (per citare solo i potenziali titolari, ovviamente), ha deciso di lasciare a Vinovo anche Sami Khedira: per lui nessun problema fisico, ma un semplice turno di riposo. Partirà probabilmente dalla panchina Paulo Dybala, lasciando quindi spazio a Morata e Zaza.

17.15 – AL DALL’ARA CI SARA’ CONTE – Poco più di tre ore al fischio d’inizio tra Bologna e Juventus. Confermato Pereyra trequartista, Cuadrado si accomoderà in panchina. Intanto allo stadio sarà presente il Ct della Nazionale Antonio Conte.

17.05 – BOLOGNA CON IL 4-3-3. Donadoni avrebbe scelto questo modulo per contrastare le offensive dei bianconeri. Zuniga si candida per un posto da titolare insieme a Masina per le fasce difensive. In attacco Mounier e Giaccherini supporteranno Destro. Centrocampo affidato al trio Donsah, Diawara e Taider.

16.30 – SQUADRA AL RIPOSO. Continua la marcia di avvicinamento a Bologna-Juventus. Alle 13 la squadra ha pranzato ed al momento sta riposando. A breve ci sarà la merenda che precederà la riunione tecnica con mister Allegri. Verso le 19 è programmata la partenza alla volta dello stadio Dall’Ara che avverrà in pullman. Sembra confermato lo schieramento tattico: 4-3-1-2 con Sturaro al posto di Khedira non convocato. Da trequartista agirà Pereyra alle spalle di Zaza e Morata.

La novità importante è però il ritorno al 4-3-1-2, vista anche l’emergenza infortuni. Davanti a Buffon la linea difensiva dovrebbe essere composta da Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli ed Evra, mentre a centrocampo prenderà posto Marchisio in regia, con Sturaro e Pogba ai suoi fianchi. Importante il ritorno da titolare di Roberto Pereyra, che agirà dietro le punte che, come anticipato, saranno Morata e Zaza. 

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra; Sturaro, Marchisio, Pogba; Pereyra; Zaza, Morata.

Alessandro Bazzanella