Sirigu, il dramma di Parigi lo colpisce: morti due amici

Era il ristoratore delle star. Pierre Innocenti, quarant’anni, era al Bataclan, insieme a suo cugino Stephane Albertini. “Chez Livio”, il ristorante italiano della famiglia di Pierre, è un’istituzione di Neuilly-sur-Seine, un comune nei pressi di Parigi. E uno dei clienti fissi era Salvatore Sirigu, portiere del Psg e della Nazionale.

Appena dopo Belgio-Italia, il pensiero di Sirigu è volato a Parigi, dove era rimasta la fidanzata Camille. Una corsa al telefono, a cui sono seguite le rassicurazioni. Ma poi la terribile notizia: Pierre e Stephane erano morti nel massacro del Bataclan. Mentre erano a un concerto, in un momento di svago.

LEGGI ANCHE:  De Sciglio fischiato dai tifosi, l'agente non ci sta: dura risposta sui social

Non erano amici fraterni, ma conoscenti, come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’. La drammaticità della notizia, però, ha colpito Sirigu, così come il resto dello spogliatoio azzurro. Perché non è possibile spiegarsi il motivo di tanto male.

Sei qui: Home » News » Sirigu, il dramma di Parigi lo colpisce: morti due amici