Trapattoni ricorda l’Heysel: “È stata la pagina più brutta della mia carriera”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Durante la telecronaca di Belgio-Italia, la voce rotta dall’emozione di Giovanni Trapattoni spiega tante cose. “È stata la pagina più nera della mia carriera”, ammette l’ex tecnico. Che poi aggiunge: “Forse è stata una delle più nere dello sport. Mai più deve accadere una cosa del genere”.

All’epoca, infatti, era Trapattoni a guidare la Juventus di Platini che vinse la Coppa Campioni: visse in prima persona quelle ore precedenti alla partita durante le quali si consumò la tragedia. Trentanove vittime: di queste, trentadue supporters bianconeri. Ancora oggi, il suo ricordo è tanto vivo quanto emozionante.

 

 

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook