Parigi, torna il terrore: attentati nella capitale. Esplosioni e morti intorno allo Stade de France

Parigi, torna il terrore: attentati nella capitale. Esplosioni e morti intorno allo Stade de France


ORE 1.50, EVENTI ANNULLATI – Inghilterra-Francia che si sarebbe dovuta giocare martedì a Londra è stata annullata. Annullati anche tutti gli eventi in cui sarebbe dovuta comparire la Francia, dentro e fuori il territorio nazionale.

ORE 1.45, IL RESOCONTO – Una serata drammatica a Parigi. Ci sono stati diversi attacchi terroristici, in sette punti della città. Sono stati colpiti, tra gli altri, lo storico Bataclan e due ristoranti. All’esterno dello Stade de France, dove si stava giocando Francia-Germania, ci sono state due esplosioni, a quanto pare opera di due kamikaze, ma la notizia non è stata ancora confermata.

I numeri della tragedia non sono ancora chiari. Si parla di centinaia di morti, ma alcune fonti parlano di 140 vittime. Nel solo teatro Bataclan, stando a quanto riportano diversi media, ce ne sarebbero settanta. Sembra siano morti anche tre dei terroristi.

Al momento, però, non ci sono state rivendicazioni. Nonostante ciò, sui social network, i simpatizzanti dell’Isis stanno “celebrando” l’evento.

ORE 1.30, TRE SOSPETTI UCCISI – Secondo quanto riporta Afp, sarebbero stati uccisi tre dei presunti attentatori del Bataclan, durante il raid della polizia. Un agente sarebbe rimasto ferito.

ORE 1.15, CENTINAIA DI MORTI – I media francesi parlano di diverse decine di morti all’interno del Bataclan. Secondo l’agenzia di stampa Afp, circa un centinaio, ma al momento non ci sono dati ufficiali. Pare, inoltre, che Hollande si stia recando nei luoghi degli attentati.

ORE 1.01, BLITZ CONCLUSO – Secondo quanto riporta ‘France 24’, il blitz all’interno del Bataclan sarebbe appena finito: uccisi due terroristi. Liberation fa sapere che gli ultimi sopravvissuti sono stati evacuati.

ORE 00.58, PANICO ALLO STADIO – Sono stati momenti di panico allo Stade de France. In un primo momento, si pensava che le esplosioni fossero dovute a dei grossi petardi esplosi all’interno dell’impianto. Gli stessi calciatori hanno continuato a giocare, senza sapere niente di quanto stesse accadendo realmente. Solo in un secondo momento, sono venuti a conoscenza dei fatti.

ORE 00.50, AMICHEVOLE IN DUBBIO – Secondo quanto riportano media britannici, l’amichevole tra Inghilterra e Francia, in programma martedì, è in forte dubbio. Un portavoce della federazione inglese ha confermato che ci sarà un summit con la federcalcio francese per decidere il da farsi.

ORE 00.40, LE ULTIME – Secondo l’Afp, gli attacchi sono avvenuti in setti posti diversi. Si è sentita una nuova esplosione provenire dal Bataclan, stando a quanto riporta Liberation, ma potrebbe trattarsi di una granata della polizia.

ORE 00.35, PARLA BONUCCI“È una sensazione bruttissima”, ha detto Leonardo Bonucci, commentando i fatti di Parigi. “Un pensiero ai possibili rischi all’Europeo c’è”. Leggi qui le dichiarazioni complete.

ORE 00.30, IL PUNTO – In totale, ci sono state quattro sparatorie: nei pressi dello Stade de France, al Bataclan, in un ristorante e fuori da un centro commerciale. Non è possibile stabilire con certezza il numero di morti, ma pare che attualmente ce ne siano almeno sessanta. Al Bataclan, da dove si sono sentiti provenire dei colpi, ci sono almeno cento ostaggi e s’ipotizza un’esecuzione di massa.

Per ora, ancora nessuno dei protagonisti di Francia-Germania ha parlato.

ORE 00.25, ANCORA COLPI – Secondo quanto riportano media francesi, si sono sentiti dei colpi provenire dal Bataclan, dove ci sono ancora degli ostaggi.

ORE 00.15, KAMIKAZE NEI PRESSI DELLO STADIO – Secondo diverse fonti citate dall’agenzia di stampa Afp, una delle esplosioni nei pressi dello Stade de France sarebbe un attacco suicida

ORE 00.10, PARLA HOLLANDE“Sono in corso degli attacchi terroristici senza precedenti. Ci sono diverse decine di morti, parecchi feriti, è un orrore. Su mia decisione, abbiamo mobilizzato tutte le forze possibili perché possano neutralizzare i terroristi e mettere in sicurezza i quartieri interessati”.

“Ho chiesto dei rinforzi militari e convocato il Consiglio dei ministri. Due decisioni saranno prese: sarà dichiarato lo stato d’emergenza e saranno chiuse le frontiere, affinché chi ha commesso questi crimini possa essere arrestato”.

ORE 00.01, STATO D’EMERGENZA – La Francia ha dichiarato lo stato d’emergenza dopo gli attacchi terroristici a Parigi, informa l’agenzia di stampa Afp.

ORE 23.50, ARRIVA L’ESERCITO – Nathalie Guibert, giornalista del quotidiano ‘Le Monde’, informa che sono stati invitati duecento soldati al decimo e undicesimo arrondissement per mettere in sicurezza la zona.

ORE 23.45, ANCORA TERRORE – Un’altra sparatoria è in atto nel centro di Les Halles, secondo quanto riferito da Europe 1.

ORE 23.40, COMMENTA CONTE“Siamo stati informati di questa vicenda appena adesso: è inutile dire che facciamo finta di niente, si tratta di fatti che preoccupano e fanno paura”. Commenta così i fatti di Parigi, dopo Belgio-Italia, Antonio Conte.

ORE 23.35, LA SITUAZIONE ALLO STADIO – La nazionale tedesca è ancora allo stadio, ma si sta apprestando a lasciare l’impianto. La Francia, invece, farà altrettanto appena possibile. Non ci saranno, ovviamente, conferenze stampa o mix-zone.

ORE 23.30, SALE IL BILANCIO DELLE VITTIME – Secondo quanto riportato dalle emittenti francesi, sarebbero quaranta le vittime all’esterno dello Stade de France. Su Twitter, intanto, militanti dell’Isis celebrano l’accaduto con l’hastag “Parigi in fiamme”.

ORE 23.20, LO STADE DE FRANCE ORA – Il pubblico dello Stade de France, terrorizzato da quanto accaduto, si è riversato sul campo. Si attendono disposizioni per il deflusso della folla.

StadeDeFrance

ORE 23.15, TERRORE A PARIGIParigi ripiomba nel terrore. Dopo i fatti di Charlie Hebdo, tre sparatorie hanno seminato il panico nella capitale francese: diversi i feriti, almeno 26 i morti, secondo quanto riportano i media francesi. Attimi di tensione anche nei pressi dello Stade de France, dove si stava giocando Francia-Germania: il presidente Hollande, che stava assistendo all’incontro, ha immediatamente lasciato l’impianto.

Una prima sparatoria, a colpi di kalashnikov, ha avuto luogo in un ristorante del decimo arrondissement; una seconda, al Bataclan, una sala da spettacolo non troppo lontana dalla sede di Charlie Hebdo, all’undicesimo arrondissement; la terza, infine, nei pressi della rue de Charonne, sempre nell’undicesimo arrondissement.

Alcune esplosioni, inoltre, sono state udite anche nei pressi dello Stade de France. Hollande è stato subito evacuato e ha raggiunto il ministero dell’Interno, atteso da una riunione d’emergenza. La partita, per la cronaca, è finita due a zero a favore dei padroni di casa, grazie alle reti di Giroud e Gignac.

Secondo quanto riferiscono testimoni dell’attacco al Bataclan, uno degli attentatori gridava “Allah u akbar”, “Allah è grande”. Le autorità francesi stanno evacuando le strade, avvertendo che i terroristi sono ancora in strada. Secondo quanto riportato da Europe 1, uno dei terroristi sarebbe stato ucciso.

Felice Lanzaro (@FeliceLanzaro)

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl