Idea Lavezzi, la Juve sogna l'esterno argentino tra mille variabili

Idea Lavezzi, la Juve sogna l’esterno argentino tra mille variabili


Il 4-3-3 sembra il modulo del presente, ma pure del futuro in casa Juve. Cuadrado verrà riscattato, salvo complicanze e brutte sorprese, e per la corsia di destra sarà lui per qualche anno il titolare; a sinistra c’è Alvaro Morata, centravanti che ha dimostrato di saper fare anche il lavoro in corsia, seppur snaturandosi leggermente.

A posto così? No. Già da diverso tempo la Juventus sta seguendo le tracce di Ezequiel Lavezzi, attualmente in forza al PSG e perfetto per la corsia mancina del 4-3-3. Il ragazzo andrà in scadenza a giugno e per prima cosa occorrerà vedere gli sviluppi dei rapporti tra lui e il suo club di appartenenza; difficile che il club parigino lo lasci andare via a zero Euro, ma il coltello dalla parte del manico a questo punto ce l’ha il giocatore. Se volesse cambiare aria senza problemi di litigi tra i due club, basterebbe non firmare più nulla col PSG. Ripetiamo, qualora volesse. 

Novità? Altro no. Come illustrato dai colleghi di Calciomercato.com, rapporti e dialoghi tra Juve e agente del giocatore ci sono già stati in passato, segno che Lavezzi è tentato a sentire altre alternative. In estate, quando Dybala è arrivato a Torino, se ne è parlato – ricordiamo che l’agente dell’ex Palermo cura una percentuale degli interessi del Pocho – ma all’epoca il Psg chiedeva troppo. Due settimane or sono si è presentato a Vinovo ancora e questa volta il dialogo è diverso, perchè c’è aria di parametro zero. Lavezzi chiederebbe quattro milioni netti per tre anni, la Juventus deve valutare se può permettersi tale ingaggio.

Concorrenti ce ne sono? Stavolta Sì. Inter su tutti, poi Galatasaray e qualche altro club dalla Spagna. Per tutti ci sarà un periodo di attesa fino al 2016, quando si potrà parlare col giocatore saltando il colloquio col club, qualora il contratto non sia stato ancora rinnovato. E poi? Gomiti alti, e spingere.

ULTIME NOTIZIE