Juve-M'Gladbach raccontata in numeri

Juve-M’Gladbach raccontata in numeri


Seconda partita consecutiva senza subire gol per i bianconeri, dopo quella di domenica a San Siro. Non è un caso che in Champions League, competizione nella quale la porta di Buffon è capitolata solo una volta a Manchester, la Juve sia la squadra che ha subito meno tiri in porta nelle tre giornate finora disputate (18).

Altro dato positivo è quello che vede i bianconeri imbattuti in casa da 11 gare casalinghe (sette vittorie e quattro pareggi): inoltre la Juve ha perso solo una delle ultime 13 partite di Champions League disputate.

Tuttavia, da quando gioca allo Stadium, questa è solo la terza volta che la Juventus non trova il gol in una gara interna di Champions League (i precedenti sono stati con Bayern Monaco e Atletico Madrid) e inoltre quello di stasera è il primo pareggio in una sfida casalinga contro una squadra tedesca.

E dire che i tiri non sono mancati: ben 12 solo nel primo tempo, ma nessuno di questi ha centrato la porta. Un dato che, unito a quello degli avversari, fa di Juve-Borussia la prima partita di questa edizione di Champions senza tiri nello specchio nei primi 45 minuti.

Si diceva dei tiri verso la porta: 22 in totale quelli della Juve (4 per il Borussia). Quasi la metà di questi, 10, sono di Paul Pogba (suo record personale). Per Paul anche 3 sponde e 4 occasioni create, oltre a 10 palloni recuperati.

Primato dei palloni giocati per Alex Sandro (addirittura 94), quello dei contrasti è per Chiellini (3), quello dei passaggi positivi di Bonucci (65).

Ma c’è un altro primato, questa sera, che strappa applausi a tutti i bianconeri: quello di Gigi Buffon, che è diventato oggi il giocatore della Juventus con più minuti giocati nella storia: 48885.

Fonte: Juventus.com

Oscar Toson

 

ULTIME NOTIZIE