Paolo Rossi: "Spero vinca la Juve. Occhio a Dybala e Jovetic, ma per lo Scudetto..."

Paolo Rossi: “Spero vinca la Juve. Occhio a Dybala e Jovetic, ma per lo Scudetto…”


Dai campi di provincia al tetto del mondo. Paolo Rossi ha preso la sua rincorsa da lontano e con la Juventus e la Nazionale ha regalato gioie e trionfi. In vista del derby d’Italia di questa sera a San Siro, Paolo Rossi è stato intervistato dal Corriere dello Sport. Ecco le sue parole:

NON SI PUÒ SBAGLIARE – “Difficile fare un pronostico. Spero sia una bella partita anche se entrambe le squadre prima della sosta hanno attraversato un momento difficile. Magari la pausa ha fatto bene a tutte e due. Sinceramente un po’ mi aspettavo questo inizio difficile della Juventus. Quando perdi elementi importanti come Pirlo, Vidal e Tevez e inserisci giovani bravi, ma bisognosi di tempo per ingranare, è normale che i risultati non arrivino subito. Credo sia giusto dare il tempo di lavorare ad Allegri. Però i punti di distacco dalla Fiorentina sono molti. Ecco perché dico che contro l’Inter la Juventus non può assolutamente sbagliare. Per i bianconeri si tratta di una specie di ultima spiaggia perché finire a -11 dai nerazzurri azzererebbe o quasi le loro chances di vincere lo scudetto. A livello mentale questo ‘peso’ lo avvertiranno, mentre Mancini sarà un po’ più sereno”.

LOTTA SCUDETTO – “Ci sono ancora da giocare 31 giornate e può succedere di tutto. Inconsciamente, però, quando vinci 4 campionati di fila e vieni da una stagione come la scorsa nella quale la Juve ha raggiunto un’insperata finale di Champions, a livello psicologico qualcosa puoi pagare. Juve e Inter rimarranno entrambe in alto, ma per lo scudetto non credo che né l’una né altra abbiano troppe possibilità. Il Napoli e la Fiorentina mi sembrano favorite. E poi c’è la Roma…L’Inter era partita davvero forte a livello di risultati, ma poi ha avvertito il ko con la Fiorentina e anche contro la Sampdoria non ha brillato. La gara contro la Juventus farà capire molte cose”.

TIFO DI PARTE – “E’ normale che tiferò per i bianconeri. Alla Juve sono rimasto legato da un certo affetto. Giocatori decisivi? Occhio a Dybala che con il Palermo a San Siro ha già segnato. Nell’Inter punto su Jovetic. Mi è piaciuto tantissimo prima che si infortunasse: uno con i suoi colpi può sempre fare la differenza”.

 

Oscar Toson