Inter-Juve, sui bilanci la partita la stravince Agnelli: una voragine divide i due club

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Se l’Inter può (per ora) guardare dall’altro in basso in classifica la Juventus, protagonista di un avvio di Serie A a dir poco disastroso, sul fronte economico e dei bilanci societari i due club si trovano in posizioni diametralmente opposte. Come riporta Tuttosport nell’edizione odierna, lunedì, quando il Cda nerazzurro si riunirà per approvare il bilancio 2014-2015, e venerdì, quando si ritroveranno gli azionisti bianconeri per l’annuale assemblea dei soci in cui verrà illustrato l’esercizio chiuso a giugno, si evidenzieranno due situazioni contabili distanti anni luce.

BILANCI A CONFRONTO – La società del presidente Andrea Agnelli, infatti, è tornata in utile dopo cinque stagioni consecutive in rosso, registrando un fatturato record di quasi 350 milioni. Situazione ben diversa per Thohir e soci, che navigano in un mare di passività: circa 90 milioni di euro di negativo per il periodo 1 luglio 2014 – 30 giugno 2015.

RISULTATI SPORTIVI E PROGETTUALITÀ – Risultati sportivi strabilianti, progetti, investimenti societari e nuovi partner commerciali hanno permesso alla Juventus di risollevare i conti e aumentare enormemente i ricavi. La Champions dello scorso anno, conclusasi con la finale di Berlino contro il Barcellona, ha permesso alla società bianconera di intascare circa cento milioni di euro tra premi Uefa e diritti tv. A questi 100 milioni vanno aggiunti i proventi dallo Stadium e dal merchandising, la vittoria del quarto Scudetto di fila e della Coppa Italia e il nuovo accordo commerciale con Adidas. Un situazione economica ormai solidissima che ha permesso alla Juventus di registrare un utile a bilancio nonostante gli altissimi investimenti sulla campagna acquisti dell’ultima estate.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook