Zucchi, i francesi la salvano dal fallimento. Ma Buffon perde venti milioni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Si potrebbe definire un autogol, volendo utilizzare un gergo a lui caro. L’avventura imprenditoriale di Gigi Buffon, numero uno di Juventus e Nazionale, è stato un vero e proprio fiasco: la Zucchi, la sua società, è stata a un passo dal fallimento.

È solo grazie all’intervento del fondo di private equity francese Astrance Capital che il gruppo tessile continuerà a esistere. Astrance acquisirà il controllo di Gb Holding, che detiene il 56% di Zucchi. I francesi, inoltre, hanno concordato un aumento di capitale riservato per 10 milioni di euro.

Buffon, quindi, uscirà di scena. Il portiere bianconero era entrato in Zucchi nel 2010: dal 2% iniziale, è arrivato a controllare l’attuale 56%. È stato, però, un investimento sbagliato: secondo calcoli del Sole 24 ore, infatti, il nazionale italiano ha perso circa 20 milioni di euro, tra aumenti di capitale e acquisti di azioni.

Felice Lanzaro (@FeliceLanzaro)