ReLive Neto: "Mi preparo come se dovessi giocare sempre. Le vittorie in Champions ci hanno dato fiducia"

ReLive Neto: “Mi preparo come se dovessi giocare sempre. Le vittorie in Champions ci hanno dato fiducia”


Tra gli ospiti di Filo Diretto a Jtv oggi c’è Norberto Neto, pronto a rispondere a tweet e domande dei tifosi. Segui qui le dichiarazioni live del portiere brasiliano:

MENTALITÀ- “Io mi preparo sempre come se dovessi giocare. La mentalità deve essere questa, sempre pronto ad aiutare la squadra. Ci impegniamo sempre al massimo negli allenamenti per poter dare tutto nella partita”.

HOBBY – “Sono malato di sport, seguo il tennis e il basket. Sono una persona molto tranquilla, mi piace stare con la famiglia a casa, in modalità off-line”.

FIDUCIA – “Le due vittorie in Champions ci hanno dato fiducia per il futuro anche per il campionato. In un girone del genere, con squadre così forti, aver fatto 6 punti in 2 partite è un’ottima cosa”.

OBIETTIVI – “Il mio obiettivo è quello id poter aiutare la squadra il più possibile, sia negli allenamenti che nelle partite. Ascolto molta musica, in particolare brasiliana e jam, per caricarmi nel pre partita”.

MISSIONE RECUPERO – “Abbiamo un gruppo molto forte, abbiamo avuto qualche assenza pesante ma ora stanno recuperando. Abbiamo bisogno di tutti e con questi recuperi possiamo riprenderci in campionato e proseguire bene in Champions”.

CONSAPEVOLI DELLE NOSTRE POTENZIALITÀ – “La Juve viene da quattro campionati vinti di fila, le altre pretendenti hanno investito molto per provare a vincere, ma noi sappiamo delle nostre potenzialità”.

ALLENAMENTI – “Con Filippi mi trovo molto bene, ogni cosa è buona per imparare e crescere. Ha metodologie diverse da quelle che ho avuto in passato, ma mi può aiutare molto. Si fanno cose nuove e diverse, mi può completare tecnicamente. Lo sparapalloni non lo trovi in tutte le squadre”.

COMPAGNI – “Ho avuto la fortuna di trovare uno spogliatoio sano, tutti mi hanno accolto bene. Sicuramente sto bene con i brasiliani come Alex Sandro che conosco da quando avevo 15 anni, ma in genere sono molto contento dello spogliatoio, mi trovo bene con tutti”.

IDOLI – “Il mio idolo calcistico è mio padre, che ha giocato in porta e io ho seguito molto. Un giocatore che mi ha colpito è sicuramente Ronaldo il fenomeno”.

PREGI E DIFETTI – “Delle volte non ho troppa pazienza, mi piace fare tutto subito in fretta. Delle volte devo frenarmi e ragionare”.

INTER – “Sarà molto importante, sappiamo che dobbiamo vincere per proseguire sulla nostra strada. Abbiamo le qualità per far bene, siamo in un buon momento e abbiamo fiducia in noi stessi”.

 

Oscar Toson

 

ULTIME NOTIZIE