Nedved a Tuttosport: "Morata resta. Lasciare la Juve? Mai pensato"

Nedved a Tuttosport: “Morata resta. Lasciare la Juve? Mai pensato”


Morata è un nostro giocatore, io lo vedo solo alla Juventus . E’ molto forte e penso che finora abbia espresso il 60% del potenziale. Morata è sicuramente il futuro della Juventus“. Parole e musica di Pavel Nedved, che intervistato da Tuttosport chiarisce per prima cosa il dubbio che sta attanagliando milioni di juventini. Con un Morata così, non è lecito avere paura del Real Madrid? No, Alvaro è bianconero. Almeno a sentire Pavel.

L’ex ‘Furia Ceca’ non si ferma qui e parla anche di un altro futuro. Il suo.  “Le voci di miei dimissioni? Diciamo che ho avuto molto lavoro con il presidente della federazione ceca – chiarisce -. Ho fatto tanta esperienza e mi è piaciuto molto. Però non mi è venuto in mente di lasciare la Juve. In futuro vediamo… La Repubblica Ceca è il mio Paese e aiutarla mi fa piacere. In Cina abbiamo svolto un ottimo lavoro. Io futuro presidente federale? No, abbiamo già un uomo forte in quel ruolo, non c’è bisogno di me“.

Sul ‘caso Caceres’ non usa mezzi termini: “Martin sa che ha commesso una cazzata, ma è sempre un nostro giocatore, che riteniamo forte. E’ stato giustamente punito, la società non può accettare un comportamento così. L’errore più grave di Caceres? A me non piacciono questi episodi, quando uno è infortunato deve pensare solo a guarire e a recuperare“.

Infine, chiosa sul mercato, tra Coman e Hamsik: “Non è stato un errore, noi teniamo solo giocatori che vogliono giocare con la Juventus e Coman ha espresso la volontà di andare via. Lo abbiamo accontentato, anche se sappiamo che è un giocatore giovane e forte. Bisogna avere in rosa solo gente che voglia giocare per questa maglia. Dybala? Fin qui ha reso più di quanto mi aspettassi. Paulo ha tutto per diventare un fenomeno vero. A livello tecnico non ha uguali. Se dobbiamo parlare di rimpianti vi dico Hamsik. Mi sarebbe piaciuto che fosse arrivato, perché è un giocatore molto forte, già esperto. Però è stato confermato: è del Napoli che se lo tiene stretto… Ma la squadra c’è, è arrivata gente davvero forte. Marotta e Paratici hanno svolto un lavoro eccellente assemblando un bel mix di esperti e giovani. Ho molta fiducia in questa squadra perché abbiamo un livello tecnico generale molto alto“.